Pittoritto non molla sulla maggioranza Sgarbi: “Fate decadere questo teatrino”

loading...
NewTuscia – SUTRI – L’Onorevole Sindaco di Sutri nelle sue richieste-ordini al ribelle Matteo Amori, vorrebbe far credere che egli stia “sfiduciando” il vicesindaco Felice Casini. Ora, non posso pensare che il Sindaco sia talmente avulso dalla struttura organica della giunta dal non sapere che la “sfiducia” viene richiesta non per il vicesindaco (del quale nulla importa a nessuno) ma soltanto ed unicamente per il Sindaco.

Casini dal suo canto, felice già da Tuscania, ovviamente supporta la consiliatura ripetendo le solite frasi in totale assenza di qualunque originalità.
Inoltre, dopo esser stato insultato per tutti questi mesi, il Vicesindaco di Sutri, continua a sbandierare lo spettro del tutto innocuo del commissario prefettizio come una specie di spauracchio al solo scopo di far credere alla cittadinanza meno attenta che questo sarebbe un male per la città e che porterebbe chissà quali danni. Nessun danno ne verrebbe, soltanto pura e semplice gestione fino a nuove elezioni.
Poi, anche lui colto dalla stessa capacità del suo sindaco, Casini vede le strade del paese strabordanti da folle oceaniche di visitatori tutti diretti a Palazzo Doebbing mentre cerca di posporre e rallentare, novello temporeggiatore, la sicura caduta della giunta. Vano tentativo, si rassegni anche il vicesindaco, inutile il suo appello a una maggioranza che non esiste più.
Allora perché, a questo punto, non fare una mozione di sfiducia random? Sfiduciate per esempio il Capo di gabinetto, tanto… Figura non necessaria dal punto di vista amministrativo, il comune di Sutri non ne ha mai sentito il bisogno così come non è mai stato previsto né un prosindaco né un ufficio stampa one man band.
Sfiducino il Capo di gabinetto dunque, poi magari anche gli altri consiglieri rimasti, l’assieditrice tanto cara al sindaco, dopo di che si potrebbe passare al resto degli impiegati comunali… Tutti sfiducino tutti in una vera e propria confusione carnevalesca di ferragosto.
Perché questa mia provocazione (al Sindaco tanto piacciono le provocazioni, lo so bene, quindi mi accodo volentieri al suo gioco) altro non vuol dire che qua si è superato oltre ogni limite di qualsiasi livello di farsa, tutto è divento risibile e il prossimo passo saranno le torte di panna in faccia come in una comica con Ridolini.
Basta suvvia, abbiate pietà della popolazione di Sutri, hanno già tanti, troppi problemi irrisolti.
Fate decadere questo ormai stanco e noioso teatrino… Si dimetta il Sindaco, esca in bellezza e a testa alta, oppure finalmente l’opposizione (ora maggioranza) dia pubblica dimostrazione ed esempio di non essere la stampella della giunta e firmi, sono soltanto 4 banali firmettine, le proprie dimissioni congiunte con gli altri 3 consiglieri e faccia il proprio compito, riacquistando anche essa dignità.