A Narni è in rampa di lancio il Festival “Luci della Ribalta”

loading...

NewTuscia – NARNI – Narni sta maturando ancora una volta la sua metamorfosi estiva, che la fa diventare la “capitale regionale della musica”. Ecco, infatti, in arrivo la nona edizione del Festival “Luci della Ribalta”, organizzato dall’Associazione Mozart Italia Sede di Terni, promosso dal Comune di Narni e con il prezioso sostegno della Fondazione CARIT.

Anche la soddisfazione e l’emozione per questa edizione fa il paio con la consapevolezza di aver mantenuto fede nel tempo alle premesse e alle aspettative iniziali che hanno reso unico e prestigioso a livello internazionale questo appuntamento.

In particolare, caratterizzano il Festival l’eccellenza nella qualità degli artisti, degli ospiti e degli eventi musicali, la capacità di avvolgere e coinvolgere per tre settimane lo storico borgo di Narni valorizzandone la bellezza di edifici, strade e palazzi grazie allo splendore della grande musica classica, la fantasia e la creatività che hanno permesso ogni anno di introdurre stimolanti elementi di novità.

Non mancano l’impegno costante nell’offrire spazio a contaminazioni con altre forme d’arte e infine la spiccata vocazione internazionale che da sempre riguarda tutti gli ambiti: artisti, ospiti, allievi delle Masterclasses, eventi speciali e, naturalmente, proposte musicali.

Si raduneranno a Narni circa 130 studenti e 19 docenti, per un totale di circa 300 ospiti provenienti dai 5 continenti: quest’anno, tra i vari paesi anche India, Giappone, Portogallo, Serbia, Romania, Messico, Gran Bretagna, Indonesia, Corea del Sud.

Instancabile animatrice sarà come sempre il Direttore artistico Anais Lee, presidente dell’Associazione Mozart Italia Sede di Terni, che propone dall’11 al 29 Agosto un ricco cartellone con più di 50 eventi, tra i quali uno, il 28 agosto, nell’inedita location di Palazzo Mazzancolli, sede dell’Archivio di Stato di Terni, dove il Festival mancava da qualche anno.

Il 14 agosto l’imperdibile concerto inaugurale vedrà quest’anno protagonisti Calogero Palermo, Primo Clarinetto presso la Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam, insieme alla formazione del Quintetto dell’Accademia di Santa Cecilia Primo Flauto Andrea Oliva, Primo Oboe Francesco Di Rosa, Primo Fagotto Andrea Zucco e Primo Corno Guglielmo Pellarin.

Tra i tanti ospiti di alto profilo internazionale si ricordano, tra gli altri, Felice Cusano, uno dei migliori violinisti oggi esistenti, Aron Chiesa, Primo Clarinetto solista del Sinfonieorchester Basel e vincitore di numerosi premi internazionali, tra gli ultimi il Carl Nielsen International Competition, i violoncellisti David Eggert, Luca Pincini e la pianista Gilda Buttà.

Impreziosiscono il programma tre Quartetti tra i più potenti delle nuove generazioni, come Abel Quartet, Quartetto EOS e Quartetto Werther, tutti recenti vincitori di importanti premi internazionali.

Il “Gran Gala” il 27 agosto vedrà quest’anno il prestigioso violinista Yuri Zhislin dirigere l’Orchestra del Festival Luci della Ribalta ed esibirsi in performances anche da solista.

Per Spazio World, grazie alla collaborazione con l’Istituto Culturale Coreano in Italia, la cui direzione è stata di recente affidata a Choong Suk Oh, il 13 agosto sarà proiettata la pellicola del 2016 “Train to Busan”, presentata al Cannes Film Festival e al Festival del Cinema di Roma, ma saranno proposti anche una sfilata di costumi, la proiezione di video e immagini della Corea del Sud e, naturalmente, un raffinato momento musicale.

Un’importante novità che il Festival Luci della Ribalta 2019 promuove quest’anno, in collaborazione con l’Associazione SATOR, sarà un doppio contest fotografico che prevede scatti del Festival sulla piattaforma social Instagram e scatti per cover CD e book fotografici degli artisti.

L’evento del 17 Agosto poi, offrirà per le vie di Narni happening musicali, danze e performances con degustazione di prodotti locali e pregiati vini umbri in collaborazione con l’Associazione Produttori Ciliegiolo di Narni.

Il Festival, sostenuto dalla Camera di Commercio di Terni e dalla Regione Umbria, gode del Patrocinio della Provincia di Terni, del Comune di Terni, della Camera di Commercio di Terni, dello Stiftung Mozarteum Salzburg e dell’Istituto Culturale Coreano in Italia.

Come ogni anno, tutti gli eventi saranno a ingresso gratuito.