Hostability: da Regione Lazio e Acapo 18 posti gratuiti per diventare host

NewTuscia – ROMA – Il corso, della durata di 600 ore (da settembre 2019 a giugno 2020), specializza giovani con disabilità motorie e uditive nella ricezione turistica. Il programma è finanziato dall’Assessorato alle Politiche Sociali e Welfare della Regione Lazio e realizzato con il supporto di Caris-Università Tor Vergata, centri per l’impiego ed Ente Nazionale Sordi Onlus.

Rendere il B&B accessibile e inclusivo. E’ l’obiettivo di Hostability, il progetto della Cooperativa aCapo finanziato dalla Regione Lazio per formare i giovani host con disabilità ad accogliere nel loro appartamenti accessibili turisti con le stesse difficoltà. Il percorso formativo dura 10 mesi (da settembre 2019 a giugno 2020) per un totale di 600 ore di formazione e supporto individuale. L’obiettivo è sviluppare nei partecipanti tutte le abilità che un host deve avere: buone capacità comunicative, competenze turistiche e di digital marketing, accoglienza e capacità di soddisfare con servizi di qualità la propria clientela.  I partecipanti saranno alle prese con case studies, laboratori e training presso l’Università Tor Vergata di Roma, per approfondire tutti gli aspetti dell’accoglienza turistica.

La sfida è quella di dare vita a Roma al primo circuito di turismo accessibile diffuso ed organizzato a Roma e nel Lazio; in grado di offrire un’esperienza turistica gradevole e agevolata anche a chi ha esigenze specifiche.

Sono in tutto 18 i posti disponibili, è prevista un’indennità di frequenza di 6 euro/ora per un totale di 3.600 euro nei 10 mesi. Dopo il corso i partecipanti diventeranno professionisti del settore turistico in grado di gestire con totale sicurezza la propria attività sui circuiti come Booking e Airbnb e potranno dare vita al primo circuito di appartamenti accessibili sul territorio, creando un’offerta di valore a servizio di altre persone con disabilità.

C’è tempo fino al 31 luglio per prendere parte alle selezioni aperte a disoccupati tra i 18 e i 35 anni, con disabilità motoria o uditiva e residenti nel Lazio, che dispongano di una casa accessibile adatta a ospitare turisti con problematiche simili, in un luogo turistico della regione. Per partecipare basta compilare il form sul sito hostability.acapo.it o inviare una email a hostability@acapo.it entro e il 31/07/2019.

Lo staff di Hostability mercoledì 31/07/2019, sarà a disposizione presso il centro Porta Futuro di via Galvani 108, dalle ore 9.30 alle ore 12.30, per dare informazioni e raccogliere adesioni al progetto, grazie alla disponibilità dei centri per l’impiego regionali.

Per Roberta Ciancarelli, presidente della cooperativa aCapo: “Accoglienza, ospitalità, accessibilità sono le parole chiave di questo progetto di servizi peer to peer, nato per sviluppare nuove competenze professionali, relazioni sociali e turismo accessibile. Attraverso Hostability, aCapo mette a disposizione le sue competenze e la sua esperienza per creare innovazione e inclusione sul territorio, in linea con la propria mission aziendale includere per innovare”.

Hostability è un progetto finanziato attraverso l’avviso pubblico “Percorsi di inclusione attiva” dell’Assessorato alle Politiche Sociali e Welfare della Regione Lazio e realizzato con il supporto del Caris dell’Università Tor Vergata, dei Centri per l’Impiego, l’Ente Nazionale Sordi Onlus e altre associazioni per la disabilità. Per info: https://hostability.acapo.it/it/