Montefiascone, presentazione delle “Feste del Vino della Tuscia 2019”

loading...

di Kateryna Palazzetti

NewTuscia – MONTEFIASCONE – Si è tenuta questa mattina presso la sede dell’enoteca provinciale della Rocca dei Papi a Montefiascone la conferenza stampa di presentazione di uno degli eventi più attesi delle estati viterbesi, le Feste del Vino della Tuscia 2019.

Erano presenti alla conferenza stampa Domenico Merlani presidente della Camera di Commercio di Viterbo e Francesco Monzillo segretario della Camera di Commercio di Viterbo. Presenti anche i sindaci  o i rappresentanti degli otto comuni che ospiteranno le feste del vino.

“Una ricorrenza storica che per la prima volta viene presentata fuori dalle mura della Camera di Commercio di Viterbo – ha affermato Merlani – e che rappresenta un’opportunità per dar lustro a tutti gli otto comuni che renderanno possibile questo evento, coprendo un’ampia parte della Tuscia e portando all’evidenza delle persone le eccellenze enogastronomiche che il nostro bellissimo territorio ci offre. Senza tralasciare i benefici per tutte le attività commerciali degli otto paesi nei quali avrà luogo la festa del Bacco.

Nella Tuscia, rispetto agli anni precedenti, si è registrato un incremento del 30% della produzione del vino nonostante la superficie coltivata a uva sia diminuita. Un importante traguardo a conferma della qualità dei prodotti nostrani: 70 cantine che producono 7 vini Dop e 3 Igt.

Sono otto i comuni che per il mese di Agosto faranno scoprire i piaceri del vino a tutti gli intenditori: Montefiascone, Vignanello, Acquapendente, Gradoli, Lubriano, Castiglione in Teverina, Tarquinia e Civitella d’Agliano.

Un evento che consentirà ai comuni ospitanti di presentare al pubblico, mediante la produzione locale, le nostre eccellenze enogastronomiche – ha affermato Paolini – seppur in ristrettezze economiche la Proloco ha fatto un ottimo lavoro nell’organizzare 15 giorni di interessanti eventi.

Tutti i presenti erano concordi sul fatto che le feste del vino della Tuscia sono l’occasione perfetta per attrarre turisti e per celebrare le eccellenze enogastronomiche offerte dal territorio locale.