Zingaretti, Giannini (Lega): “Il risanamento della sanità non può passare per il taglio dei servizi ai cittadini”

loading...

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo. “Mentre il governatore del Lazio Nicola Zingaretti si appella al governo per far ‘coprire i buchi di bilancio e per scongiurare tagli sulla sanità’ che nota solo lui – mostrandosi peraltro sempre più incline a sentenziare di vicende nazionali piuttosto che di quelle che lo riguardano in prima persona – quest’oggi, in commissione Sanità, è andata in scena l’ennesima presa in giro in salsa PD”.

E’ quanto dichiara, in una nota, il consigliere regionale della Lega, Daniele Giannini (membro della commissione Sanità). “Alla presenza dell’assessore compente – prosegue – sono stati infatti sciorinati una serie di dati positivi che non corrispondono alla realtà. Secondo la Giunta, infatti, i conti tornano, tutto migliora e i parametri assistenziali progrediscono. Per noi e per i cittadini del Lazio, al contrario, la sanità regionale si trova in uno stato di pre-coma con ospedali che chiudono, personale insufficiente, pronto soccorso intasati e liste di attesa per una visita che hanno raggiunto tempistiche bibliche e insopportabili”.

“Ergo – conclude Giannini – Zingaretti e il PD simulano come al solito una realtà che non esiste, della serie: l’operazione è perfettamente riuscita, ma il paziente purtroppo è morto! Siamo stufi, insomma, di assistere a una visione solo ragionierista del comparto, senza quadri generali e di prospettiva su come garantire una Sanità di qualità per tutti i cittadini, specialmente i meno abbienti”.