Catacomba di Sant’Eutizio, un accordo tra il Comune di Soriano nel Cimino e Pontificia Commissione di Archeologia Sacra

loading...

NewTuscia – SORIANO NEL CIMINO – Lunedì 8 luglio 2019 è stato ufficialmente siglato l’accordo tra la Pontificia Commissione di Archeologia Sacra, organismo della Santa Sede deputato al governo, alla custodia e alla conservazione di tutte le catacombe cristiane d’Italia, e il Comune di Soriano nel Cimino, relativamente alla gestione della catacomba di Sant’ Eutizio.

Con la Convenzione, firmata da Mons. Pasquale Iacobone, Segretario della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra, e da Fabio Menicacci, Sindaco del Comune di Soriano nel Cimino, si avvia un necessario percorso per la valorizzazione di questo importante monumento dell’Archeologia Cristiana che entra così a far parte del Polo Turistico Culturale Municipale. L’accordo individua in Giancarlo Pastura, direttore Scientifico del Museo Archeologico dell’Agro Cimino, il Responsabile della Catacomba.

Le catacombe di Sant’Eutizio risalgono al IV secolo d.C., accanto alla basilica dedicata all’ omonimo martire cristiano. Al suo interno sono presenti resti pittorici, materiali di corredo e un sepolcro ad edicola con affreschi che raffigurano gli apostoli Pietro e Paolo, questi ultimi interessati da ingenti lavori di restauro voluti dalla Pontificia Commissione di Archeologia Sacra.

L’apertura al pubblico è prevista per il prossimo autunno e, come preannunciato dall’Assessore alla Cultura Rachele Chiani, coinciderà con la presentazione degli Atti del convegno di studi “Le catacombe nella Tuscia Viterbese. Contributo alla storia del territorio tra tardantichità ed alto medioevo”, curati da Vincenzo Fiocchi Nicolai, Giancarlo Pastura e Francesca Ceci e realizzati grazie al contributo della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra, dell’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo e del Comune di Soriano nel Cimino.

Comune di Soriano nel Cimino

loading...