Farmaci dopanti, scoperto un commercio anche a Viterbo

NewTuscia – VITERBO – Trento, Bolzano, Modena,  Bergamo, Cremona, Brescia e Viterbo sono le province in cui i carabinieri stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di nove persone coinvolte nel commercio di farmaci dopanti con effetti stupefacenti e somministrate anche tramite autoemotrasfusione.

Sono scattate anche le perquisizioni e l’inchiesta coordinata dalla Procura di Trento sta mettendo sotto accusa medici e direttivi di strutture private.

Nel frattempo sono stati requisiti anabolizzanti per il valore di quasi un milione di euro.