Denis, 6 anni di carcere al ragazzo che nel 2015 inneggiava al terrorismo

NewTuscia – VITERBO – E’ arrivato il verdetto per il ragazzo lettone che nel 2015 aveva minacciato di fare una strage negli asili dopo aver lanciato un razzo contro la Macchina di Santa Rosa. La Corte D’Assise di Viterbo ieri ha decretato sei anni di carcere per Denis Illarionov.

Il 25enne è stato condannato per il possesso di materiale esplosivo con cui avrebbe costruito dei manufatti incendiari, uno dei quali foderato interamente da monete da uno o due euro. Per non parlare dei tre chili di nitrato di potassio acquistati su internet e ritrovati in una perquisizione della Digos insieme a sei metri di miccia e a una Stella di Davide a sei lame taglienti.

A far partire le indagini niente meno di una chiamata dell’FBI americana, che nelle operazioni di monitoraggio aveva riscontrato sui profili social del ragazzo evidenti richiami e addirittura inneggi al terrorismo, in particolare in una foto postata appare chiaramente mentre fomenta una strage di bambini con una pistola in mano.

Alla base del suo comportamento secondo gli esperti ci sarebbe un’innata smania di protagonismo, ma secondo l’accusa, impersonata dal pm Chiara Capezzuto, il giovane non mancherebbe di capacità organizzative per realizzare i suoi schemi, come ha appunto dimostrato scagliando il razzo su Gloria, poco dopo la partenza da Piazza San Sisto.