Torna in scena con una passeggiata-racconto nuova di zecca la rete d’impresa “Naturalmente Capodimonte”

NewTuscia – CAPODIMONTE – Torna in scena con una passeggiata/racconto nuova di zecca la rete d’impresa “Naturalmente Capodimonte”. Filo rosso l’idea proposta dalla Banda del racconto: lavorare alla creazione di una “comunità narrante” capodimontana (da intendersi come sia come azione culturale che turistica).

L’appuntamento è a Capodimonte per sabato 29 giugno alle 17:30 in piazza Umberto I con la rievocazione narrativa itinerante del “Palio storico del lago di Bolsena”.

L’evento prenderà le mosse dalla ormai lontana visita al borgo lacustre di papa Pio II Silvio Enea Piccolomini avvenuta sul finire del giugno 1462. La passeggiata si snoderà per strade e piazze dello splendido paese, ricordando fatti, eventi e folklore descritti dal papa nei suoi “Commentari”, permettendoci di osservare con occhi diversi il paesaggio di questa area della Tuscia, soffermarci sull’attività della pesca, descrivere la tipica imbarcazione del lago. Scenari che ancora oggi, per quanto compromessi da un malinteso progresso, si riflettono ancora nello splendido specchio del lago vulcanico più grande d’Europa, rendendolo unico ed inconfondibile.

L’iniziativa, finanziata e patrocinata dalla Regione Lazio gode anche del patrocinio del Comune di Capodimonte. Il pomeriggio si concluderà alla “rotonda” della Passeggiata del lungolago, con una esibizione di danze popolari e storiche del gruppo del Corteo storico di Canino. Iniziativa organizzata in innovativa sinergia con la gemella rete d’impresa “Visit Marta”.

Rievocazione narrativa del “Palio storico del lago di Bolsena”

Capodimonte comunità narrante. I semi gettati lo scorso anno dalle reti di impresa dei comuni di Marta e Capodimonte tornano a fiorire con la seconda edizione di “Insieme nella Storia”. Dopo le passeggiate/racconto “La Bella, la Bestia, la rosa: Capodimonte giardino perduto” e “Capodimonte, Europa” ecco una produzione nuova di zecca: la rievocazione narrativa itinerante del “Palio storico del lago di Bolsena”.

L’appuntamento è per sabato 29 giugno alle 17:30 in piazza Umberto I a Capodimonte. Una rievocazione narrativa ideata, organizzata e realizzata dalla variegata “comunità narrante” lacustre con il supporto e la guida della Banda del racconto per conto della rete di impresa “Naturalmente Capodimonte”.

L’idea, suggerita da Antonello Ricci e Marco D’Aureli, di coinvolgere cittadini locali (giovani e non, purché) appassionati al proprio territorio, desiderosi di poter narrare al meglio il loro amato “paesaggio”, ha così mosso un ulteriore passo. Il gruppo ha accettato di intraprendere un percorso formativo culturale condiviso, che lo porta di nuovo in scena ma stavolta protagonista in proprio.

Conduzione e regia infatti questa volta sono affidati al sottoscritto, già coinvolto nelle precedenti passeggiate. Le letture invece – sotto l’attenta supervisione di Pietro Benedetti – saranno di competenza dei giovani capodimontani Chiara Faina e Leonardo Mancini, dell’imprenditrice Laura Vagata, della cittadina adottiva Alexandra Bompard; della libraia di Bolsena Katia Maurelli, dell’appassionato ed esperto del mondo lacustre Mario Bordo di Orvieto; mentre Tiberio Ovidi avrà un ruolo da protagonista nel momento conclusivo dell’intera narrazione. Cittadine e cittadini che si sono generosamente offerti di partecipare a questa esperienza. Le “pillole” storico-scientifiche saranno curate direttamente dalla direttrice del locale Museo della navigazione nelle acque interne” Caterina Pisu affiancata dallo studioso bolsenese Antonio Quattranni. La direzione artistica complessiva è affidata alla consolidata e professionale Banda del Racconto che ha saputo fin qui guidare e supportare il lavoro della “giovane” comunità narrante.

Alla passeggiata faranno da cornice i figuranti del Corteo storico di Canino, che si esibiranno, a conclusione dell’evento, con balli storico/popolari presso la rotonda della passeggiata lungolago.

* La Rete di imprese “Naturalmente Capodimonte” è un’aggregazione di piccole e medie imprese della filiera turistica, commerciale e dei servizi del Comune di Capodimonte. “Naturalmente Capodimonte” raggruppa 56 aziende capodimontane che si sono poste obiettivi comuni e collaborano a progetti condivisi. La Rete si pone come un driver di valorizzazione di un intero territorio e, grazie alla forma di cooperazione attiva scelta, risulta capace di realizzare un’offerta ampia, uniforme e di qualità.