Narni, amianto, 57mila chili di materiale rimosso

NewTuscia – NARNI – Sono 57mila i chili di amianto rimossi e smaltiti finora nel comune di Narni. A darne notizia è l’assessore all’ambiente, Alfonso Morelli, che ricorda come la prima fase dell’operazione, conclusa di recente, ha portato a 148 attività di rimozione su tutto il territorio comunale. “Un beneficio per i cittadini, grazie agli incentivi previsti – afferma l’assessore Morelli – e un vantaggio per la salute e l’ambiente”. Dopo la prima fase, è pronta a partire a Narni anche la seconda campagna del progetto di rimozione dell’amianto.

L’iniziativa verrà presentata venerdì prossimo in un convegno dal titolo “Le opportunità tecniche, normative e finanziarie per la rimozione dell’amianto dal territorio di Narni” che si svolgerà all’auditorium Bortolotti del complesso di San Domenico con la partecipazione, oltre che del Comune, degli Ordini degli Architetti, degli Ingeneri e dei Geometri di Terni e dell’assessore comunale all’ambiente Alfonso Morelli. Proprio Morelli sottolinea come “il convegno sia l’occasione per analizzare in dettaglio tutte le opportunità tecniche, normative e finanziarie a disposizione della cittadinanza e delle attività produttive per attuare la rimozione dell’amianto.

Grazie ad AzzeroCO2 e Legambiente iniziamo una nuova campagna su Narni, ma replicabile in qualsiasi territorio, affinché gli strumenti illustrati possano creare un’occasione di bonifica da questo materiale pericoloso e ancora fortemente presente su tutto il territorio nazionale. Grazie agli ordini professionali la giornata sarà anche un memento importante di aggiornamento professionale”.