Guardea, ufficiale nuova giunta: Prima donna in esecutivo dal dopoguerra

NewTuscia – GUARDEA – Si è svolto ieri a Guardea il primo Consiglio comunale dopo le elezioni amministrative del 26 maggio. Il sindaco riconfermato, Giampiero Lattanzi, ha presentato in apertura di seduta la nuova giunta comunale composta dal sindaco stesso e da due assessori. Si tratta di Simone Secondi, anche vice sindaco, e Stefania Turreni. Al primo il sindaco Lattanzi ha assegnato le deleghe a bilancio e patrimonio, alla seconda quelle su scuola e cultura.

Una particolarità sottolineata durante la presentazione della giunta è stata rappresentata dal fatto che la Turreni è la prima donna a Guardea dal dopoguerra a far parte di una giunta municipale. Presentato anche il capogruppo del gruppo unico di maggioranza che è Modesto Innocenzi. Lattanzi ha anche assegnato compiti di collaborazione con gli assessori a diversi consiglieri comunali.

“Una scelta – ha sottolineato il sindaco – che va nella direzione dell’allargamento e della condivisione delle responsabilità per aumentare l’efficacia dell’attività amministrativa a favore di tutti i cittadini”. Il sindaco ha anche fatto un passaggio sul valore della Costituzione italiana e prima del giuramento di rito ha affermato che “la Carta costituzionale è un valore di coesione e solidarietà per tutto il popolo italiano.

E’ necessario, più che mai oggi, in un’epoca in cui si affacciano tentativi sovranisti, che i giovani la conoscano e la capiscano perché il futuro del nostro Paese passa anche dal tramandare quei valori attraverso le generazioni, come è stato fatto dal dopoguerra ad oggi. La nostra Costituzione – ha concluso – può anche essere adeguata, man mano, ai tempi che cambiano, ma con procedimenti organici, non estemporanei o frutto dell’emotività o delle convenienze del momento”.

Fra le priorità annunciate dal sindaco ci sono il proseguimento dei lavori di recupero dell’eremo francescano di Santa Illuminata e l’installazione di un sistema di video sorveglianza per aumentare i livelli di sicurezza. Molto importanti infine, secondo Lattanzi, anche gli interventi per lo sviluppo, la cultura e la promozione del territorio a livello turistico.