Volge al termine il corso “Istruttore c-ied awareness” per gli allievi marescialli del XXI corso “Esempio”

loading...

NewTuscia – VITERBO – Con l’esercitazione pratica presso l’area addestrativa dei Monti S. Andrea (Cesano di Roma) si conclude l’ultima fase del corso per “Istruttore C-IED (Counter-Improvised Explosive Device) Awareness”, organizzato dall’omonimo Centro di Eccellenza della Scuola del Genio di Roma in favore degli Allievi Marescialli del XXI corso “Esempio”.

Il percorso formativo, articolato in lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche, è finalizzato a fornire ai futuri Comandanti di plotone la capacità di pianificare, organizzare e condurre l’addestramento specifico al contrasto della minaccia costituita dagli ordigni esplosivi improvvisati, attraverso la realizzazione e lo sfruttamento di un percorso denominato “striscia addestrativa C-IED”.

Nei nuovi contesti operativi, soprattutto quando caratterizzati da asimmetria tra i contendenti, tale tipologia di ordigni trova impiego diffuso per economicità, facile realizzazione e relativamente difficile scoperta. Il contrasto a tale tipo di minaccia consiste nell’insieme delle attività tese a prevenire, ridurre o eliminare gli effetti di tutte le tipologie di IED utilizzate sia contro le Forze amiche sia contro la popolazione civile.

Il Centro di Eccellenza C-IED, a valenza interforze, si pone quale punto di riferimento nell’ambito della lotta agli ordigni esplosivi improvvisati, fornendo un supporto addestrativo, dottrinale e concettuale–organizzativo allo sviluppo ed al mantenimento di tale capacità.

La Scuola Sottufficiali dell’Esercito ha il compito di formare i Marescialli Comandanti di plotone e Marescialli con specializzazione “Sanità”. L’iter formativo si sviluppa coniugando una didattica di livello universitario con un’intensa attività ginnico-sportiva unitamente a un impegnativo programma di attività militari, teoriche e pratiche, svolte in sede, in aree e strutture addestrative sul territorio nazionale.