Pitigliano e Asd Alfina trionfano nel pomeriggio finale del Memorial “Socciarelli Paris”

loading...

NewTuscia – ACQUAPENDENTE – Pitigliano (Categoria Esordienti 2008) e Asd Alfina (Categoria Pulcini 2009) trionfano nel pomeriggio finale della fase aquesiana del Memorial “Socciarelli Paris” . Poco spettacolari (cinque occasioni in tutta la gara) ma comunque concreti,  i toscani superano i padroni di casa della Real Azzurra grazie ad una rete di Stefano Mattei al 5° ed una decina di interventi decisivi di un numero uno dal massimo dei voti in pagella.

A destare impressione per la mole di gioco svolta (quindici occasioni comprensive di due traverse) sono comunque i locali di coach Danilo Casaccia, Nella finaliina di Categoria la Viterbese supera per 4-0 il Tuscania, Mentre per quella del 5°-6° posto l’Indomito Bolsena supera per 2-1 la Pro Alba Canino. In un primo tempo sostanzialmente equilibrato i maremmani passano in vantaggio grazie ad una rete di Luca Marini al 5°. Molto si decide nel secondo quarto. Che vede i lacuali prevalere tanto nel gioco quanto nel risultato (doppietta di Cristian Puri al 2° ed al 16°).

Bomberino Riccardo Teti trascina gli umbri dell’ASD Alfina nella finalissima Pulcini 2009 contro la Real Azzurra bianca (3-0 il risultato finale) Divertentissima finale 3°-4 posto in cui i locali della Real Azzurra blu superano per 4-3 il Tuscania. In un primo quarto di dominio di gioco tuscanese rete locale di Pietro Sforza all’8° e pareggio di Luca Asolfi un minuto dopo). Nell’equilibratissimo secondo doppietta Tuscania di Giancarlo Cerquetalla (4° ed all’8°) e reti locali di Giancarlo Mareschi al 5° e Pietro Sforza al 6° . Spetta a Gabriele Guidi all’8° del terzo quarto il goal vittoria finale. Davvero peccato, infine, che l’Orvietana FC abbia rinunciato alla finale 5°-6° posto della Categoria (l’ufficializzazione arriva in mattinata e consegna all’Orvieto FC la vittoria a tavolino). Come pure il visto mesto ed affranto di un piccolo calciatore umbro accompagnato allo Stadio dal nonno il quale non era stato informato dalla propria Società che la gara non si sarebbe svolta. Al suo rammarico per il mancato divertimento si unisce quello degli organizzatori.

GIORDANO SUGARONI