Mercato delle Gaite. Dal Banchetto Medievale alla cerimonia inaugurale

loading...

NewTuscia – BEVAGNA – Dal Banchetto medievale alla Cerimonia inaugurale il passo è breve e l’impegno grande, ma il successo di “Nomen Omen”, organizzato dalla Magnifica Gaita San Pietro, costituisce una venta ta di energia che accompagnerà tutto il popolo delle Gaite verso l’apertura del Mercato.

Una grande festa per tutti, una scossa buona e rinnovata. Un successo raccontato dai numeri: 481 ospiti accolti da 300 candele, 21 frati domenicani, 50 camerieri, 15 appassionati di cucina medievale, decine di figuranti in costume, e ancora musici, ballerini, amanuensi…

Oltre i numeri, un successo raccontato dalle emozioni: l’emozione di chi per la prima volta si è lasciato sorprendere dalle straordinarie atmosfere di una piazza che sprigiona storia; l’emozione di chi tornando ha trovato una manifestazione in gran forma, che mostra i suoi splendidi 30 anni e che, forte dei risultati raggiunti, progetta e pensa al futuro; l’emozione del Console che ringrazia la sua Gaita;  l’emozione dei tanti giovani che per giorni e giorni hanno lavorato senza pausa per permettere la riuscita di un evento voluto e desiderato.

Da oggi, tutti di nuovo al lavoro, obiettivo il trentesimo compleanno, un’edizione che, dalle premesse, si preannuncia davvero speciale. A partire dall’attesa cerimonia inaugurale, che attraverso un lavoro collegiale delle quattro Gaite, vedrà sfilare le 20 Arti che in questi trent’anni hanno fatto la storia della manifestazione: un corteo con oltre 300 figuranti, uno spettacolo che sorprenderà per la ricchezza dei colori, la partecipazione, la forza corale raccolta intorno all’evento più atteso dell’anno: il Mercato delle Gaite.