Pneumatici, 5 consigli sulla loro manutenzione

NewTuscia – La manutenzione della propria automobile è uno dei fattori più importanti, per chi vuole guidare in sicurezza in ogni condizione. Uno dei particolari che spesso si tende a sottovalutare, è lo stato di usura dei propri pneumatici.

In generale, i pneumatici devono essere s

empre sottoposti a una serie di controlli prefissati. Quando si è percorso tra i 10.000 e i 15.000 chilometri ad esempio, è bene verificare che la pressione sia ancora corretta. Per verificarlo, basta recarsi presso un qualsiasi distributore di benzina e chiedere di utilizzare il manometro.

Se non sono controllati regolarmente, esiste la possibilità che si deteriorino prima e che non permettono alla vettura di avere buone performance. Infatti, dei pneumatici con una pressione troppo alta o bassa possono portare l’automobile ad avere una non ottimale aderenza sull’asfalto e incrementare consumi. Quindi, è facile comprendere che un controllo regolare dei pneumatici prolunga la loro vita e contribuisce a ridurre le spese per la manutenzione della vettura.

1. Scegliere un gommista professionista

Quando non si è sicuri sullo stato di usura e di manutenzione dei propri pneumatici, è bene affidarsi ad un gommista professionista. La sua esperienza e gli strumenti a sua disposizione vi permetteranno di conoscere lo stato di usura e di salute dei vostri pneumatici.

Per non avere preoccupazioni anche in caso di foratura, è bene ricordarsi di verificare anche la ruota di scorta. Al momento del bisogno, potrebbe essere una brutta sorpresa scoprire che non ha la giusta pressione o ancora peggio che non è utilizzabile.

2. Esegui un esame visivo della loro usura

Se durante la guida ci si accorge di qualche anomalia, è opportuno verificare i pneumatici per comprendere se ci sono dei problemi o qualche cosa d’altro.

Eseguire una ispezione dei pneumatici richiede pochi secondi, ma può essere molto importante per constatare una situazione anomala che può portare l’automobile ad avere una minore tenuta di strada. Se durante la guida l’automobile non risponde nel modo abituale, è bene controllare che non vi siano tagli, crepe o indebolimenti del copertone. Se si riscontra una o più di queste problematiche, è bene prendere un appuntamento con il proprio gommista di fiducia per sostituire il o gli pneumatici difettosi.

3. Verifica lo stato di usura del battistrada

Misurare la profondità del battistrada non è un’operazione difficile, ma permette di comprendere immediatamente se è il caso di sostituire il set di gomme oppure no. L’aderenza dei pneumatici con il fondo stradale è in gran parte merito del battistrada dei pneumatici. Maggiore è il suo stato di usura, minore è la tenuta di strada che possono garantire.

Un pneumatico estivo con un battistrada con un’altezza inferiore ai 3 millimetri o un pneumatico invernale con un’altezza inferiore ai 4 millimetri sono da considerarsi usurati. Giunti a questo grado di usura, è bene provvedere a sostituirli per non incappare in situazioni di aquaplaning o sbandate improvvise.

4. Verifica la bilanciatura dei pneumatici

Almeno una volta l’anno, è opportuno recarsi dal proprio gommista per verificare che la bilanciatura dei pneumatici sia ancora corretta. Un pneumatico, per fornire il massimo delle sue performance, deve sempre essere bilanciato.

La bilanciatura previene l’invecchiamento prematuro dei pneumatici e riduce al minimo le vibrazione trasmesse al veicolo. Particolare molto importante, per non far perdere la tenuta di strada alla vettura in movimento. Delle ruote non perfettamente bilanciate, ad alte velocità possono far perdere l’aderenza con il suolo per brevi istanti e quindi mettere in pericolo le persone che si trovano sul mezzo.

5. Verifica la regolazione degli assi

Oltre a verificare che i pneumatici siano bilanciati correttamente, è bene anche controllare che gli assi della vettura lo siano. Durante la guida, le ruote devono stare verticalmente una accanto all’altra e rimanere nella propria corsia.

Affinché un’auto possa effettivamente procedere dritta e rimanere nella propria “corsia”, le ruote devono procedere verticalmente nella stessa direzione. Se con il passare del tempo – e l’utilizzo – gli assi dell’automobile non sono più centrati, esiste la possibilità che tendano verso destra o sinistra. In molti casi, una buca o un dosso possono portare a questo problema. Presi ad alta velocità possono essere la causa che porta un asse a non essere più bilanciato e quindi a usurare maggiormente i pneumatici.

Dove acquistare dei pneumatici online?

Quando si è alla ricerca dei migliori pneumatici online, internet è una fonte pressappoco infinita di informazioni e offerte. Oponeo – il sito internet può essere raggiunto a questo indirizzo: www.oponeo.it – è uno dei negozi online più forniti di pneumatici, cerchioni e accessori per automobili e motociclette.

All’interno delle pagine del catalogo online è possibile trovare prodotto dei più noti marchi – Pirelli, Bridgestone e Michelin per citarne alcuni – a prezzi davvero concorrenziali. La possibilità di chiedere informazioni ad un competente servizio clienti in lingua italiana e di poter beneficiare spesso di spedizioni gratuite sono solo alcuni dei benefici che si possono ottenere dall’essere clienti di questo negozio online.