Francigena Marathon da urlo: oltre 1500 camminatori

NewTuscia – ACQUAPENDENTE – Oltre 1.500 camminatori provenienti da tutta Italia hanno preso parte alla Francigena Marathon, organizzata dall’Assessorato Sport  Turismo e Cultura del Comune di Acquapendente e dal Club Alpino Italiano con il patrocinio dell’Associazione Europea delle Vie Francigene Comando Provinciale di Viterbo e la collaborazione dei Comuni di San Lorenzo Nuovo, Bolsena e Montefiascone.

Partenza principale alle ore 07.30 dalla centralissima Piazza Girolamo Fabrizio di Acquapendente. Con i temerari che hanno percorso ben Km 42.195. Valorizzando l’itinerario di Sigerico in toto e raggiungendo la meta finale di Montefiascone poco dopo le 17.30. Per coloro meno allenati tappe alternative più corte ma comunque stuzzicanti: sempre con partenza da Acquapendente arrivi a San Lorenzo Nuovo e Bolsena, con partenza da San Lorenzo nuovo arrivi a Bolsena e Montefiascone, con partenza da Bolsena arrivo a Montefiascone. La stupenda giornata di inizio estate ha permesso ai partecipanti di ammirare le bellezze architettoniche-.ambientali del percorso: Basilica Concattedrale del Santo Sepolcro di Acquapendente con il famosissimo sacelo gerosolimitano, splendide stradine di campagna, il neoclassicismo architettonico di San Lorenzo Nuovo che risale al 1700, la bancata vulcanica che giunge a Bolsena, la Basilica di Santa Cristina a Bolsena, il parco naturalistico di Turona, ed, infine, il Monumento del Pellegrino all’interno della Rocca dei Papi di Montefiascone. Carabinieri, Comitati di Croce Rossa Italiana e Protezione civile hanno risolto tutte le critica.

Al piacere del camminare, ha fatto da antipasto nelle serata di Sabato l’evento aquesiano “Francogena con Gusto” organizzato dall’Associazione

Arisa di Gianna Bisti. Dalle ore 18.30 alle ore 23.00 lungo il tracciato francigeno Via Cesare Battisti-Via Roma, con ingresso dal Chiostro di San Francesco sino alla Basilica Concattedrale Santo Sepolcro, a deliziare aquesiani e visitatori banchi di degustazione prodotti tipici, shoow cooking, aziende vinicole, mostre d’arte, artigianato locale, dimore storiche aperte per visite. “Vista la grande partecipazione”, ha sottolineato a fine serata il Sindaco Angelo Ghinassi, “abbiamo voluto proporre un evento di valorizzazione del territorio. Abbiamo puntato su specialità locali. Dalle lenticchie di Onanoi ai ceci del solco dritto di Valentano, al fagiolo del Purgatorio di Gradoli, al farro della valle del Paglia, ai prodotti norcini aromatizzati, al finocchietto selvatico, spezie locali prodotti caseari, il pesce del lago di Bolsena. Ed a decretare il successo gli stessi partecipanti. Che al termine della serata sono stati ammirati dalla nostra capacità di voler esaltare il gusto a 360° gradi: gastronomico, musicale, artistico. Mostre, maiolica e terracotta, ed i mosaici floreali chiamati Pugnaloni i più ammirati. Ma soprattutto la constatazione unanime di aver potuto ammirare una meravigliosa cartolina, apprezzare il nostro territorio in tutte le sfaccettature. Con l’immensa sensazione di stimolo di voler ritornare”.