“Mettiamo mano al nostro futuro” un invito a costruire un mondo sostenibile

di Stefano Stefanini

NewTuscia – ROMA – Il Festival dello sviluppo sostenibile 2019 si è aperto con un convegno internazionale sulle politiche di sostenibilità in Europa.

Sono previsti 17 eventi nazionali e centinaia di incontri su tutto il territorio. Dal 21 maggio al 6 giugno in tutto il Paese si terranno centinaia di eventi (convegni, seminari, workshop, mostre, spettacoli, eventi sportivi, presentazioni di libri, documentari) collegati agli Obiettivi di sviluppo sostenibile.

Il programma del Festival dello sviluppo sostenibile 2019 è stato presentato nel corso della conferenza stampa nella sede Rai di Viale Mazzini a Roma. Oltre al presidente dell’ASviS, Pierluigi Stefanini, e al portavoce Enrico Giovannini, sono intervenuti il direttore Bilancio sociale e sostenibilità Rai Pietro Gaffuri, il direttore di Rai Radio 3 Marino Sinibaldi e i rappresentanti dei partner istituzionali e aziendali. Nel corso della conferenza stampa sono state illustrate le diverse iniziative organizzate dall’ASviS e dai suoi aderenti e la campagna di comunicazione istituzionale, realizzata in collaborazione con il Dipartimento informazione editoria della Presidenza del Consiglio e trasmessa sulle reti Rai.

La terza edizione del Festival lancia lappello Mettiamo mano al nostro futuro per invitare tutti i cittadini a partecipare alla costruzione di un mondo sostenibile.

Chiama all’azione individuale e collettiva, dal mondo economico e imprenditoriale a quello della politica e delle istituzioni, dalle scuole alle università, dai cittadini agli operatori della cultura e dell’informazione. Tutti siamo invitati a mobilitarci per contribuire a cambiare passo verso uno sviluppo sostenibile che non lasci nessuno indietro, come ricorda l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, sottoscritta anche dall’Italia.

L’inaugurazione del Festival dello Sviluppo Sostenibile si è svolto in un momento decisivo per l’Unione europea, a pochi giorni dalle elezioni per il Parlamento europeo. Infatti, il primo dei tre eventi del Festival organizzati direttamente dall’ASviS si è tenuto il 21 maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Al convegno internazionale “Per unEuropa campionessa mondiale di sviluppo sostenibile ha partecipato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco e personalità di rilevanza internazionale per dibattere sulle politiche che l’Unione europea dovrà mettere in campo all’indomani delle elezioni.

Nella serata del 21 maggio si è’ tenuto, sempre presso l’Auditorium, il “Concerto per un’Europa sostenibile”, eseguito dai giovani musicisti del complesso d’archi della European Union Youth Orchestra (EUYO) e trasmesso in diretta su Radio 3. Si tratta di un evento dal forte valore simbolico, caratterizzato da un alternarsi di brani musicali e letture di testi, al quale parteciperà anche il Maestro Michelangelo Pistoletto.

Il secondo evento organizzato dall’ASviS si è tenuto ieri  martedì 28 maggio a Milano, presso lAuditorium di Assolombarda, sul  tema Le imprese e la finanza per lo sviluppo sostenibile. Opportunità da cogliere e ostacoli da rimuovere. All’evento hanno preso parte i vertici di alcune delle più grandi aziende e organizzazioni imprenditoriali.

 Il Festival si concluderà il 6 giugno, alla Camera dei Deputati, con il terzo degli eventi dellASviS Italia 2030: un paese in via di sviluppo sostenibile, nel corso del quale verranno presentati alle istituzioni i risultati, le idee e le proposte emerse durante i 17 giorni del Festival.

Il Festival prevede, inoltre, 17 eventi nazionali di alto livello, dedicati ai temi chiave dello sviluppo sostenibile e ai diversi Obiettivi dell’Agenda 2030, organizzati dagli aderenti dell’Alleanza, con il contributo dei gruppi di lavoro dell’ASviS. Assisi, Genova, Matera, Napoli, Roma, Torino, Udine sono le città italiane che ospiteranno queste iniziative.

Anche quest’anno il Festival prevede una forte collaborazione con la Rete delle Università per lo Sviluppo sostenibile (Rus), al fine di rendere protagonisti gli studenti, e con lAssociazione Nazionale dei Comuni Italiani (Anci) per valorizzare lesperienza dei Festival cittadini coinvolgendo la popolazione in varie iniziative locali.

In particolare, le amministrazioni comunali di Bologna, Milano, Palermo, Parma, Roma e Torino hanno deciso di promuovere il Festival a livello cittadino, con numerose iniziative di valore culturale e simbolico. Inoltre, il Festival sarà connesso con manifestazioni concomitanti che si terranno in altri Paesi in occasione della European Sustainable Development Week (Esdw), dal 30 maggio al 5 giugno.