Ampliamento cimitero di Grotte S. Stefano, Boco: “Soddisfatte tutte le richieste. Da questa maggioranza solo chiacchiere”

NewTuscia – GROTTE S. STEFANO (VITERBO) – Apprendo con piacere che l’ampliamento del cimitero di Grotte S. Stefano per circa 200 posti, realizzato dalla passata Amministrazione di centrosinistra, ha soddisfatto tutte le richieste che da anni giacevano negli uffici comunali, addirittura ci sono rimaste ancora aree da assegnare e fornetti da vendere.

Ricordo in Consiglio Comunale le continue critiche da parte dell’opposizione e in particolare dell’allora consigliere Elpidio Micci per l’inutilità dell’intervento perché considerato non adeguato alle richieste, si doveva realizzare, invece, il mega cimitero per quasi mille posti proposto dalla ditta che gestiva i cimiteri del comune.

Altri interventi importanti sono stati fatti a Grotte dalla passata Amministrazione, come il parcheggio della stazione ferroviaria, la riapertura della sala d’attesa, il campetto polivalente al campo sportivo, le asfaltature di strade strette e scomode, la sistemazione della piazza e delle vie del quartiere di Magugnano e tanti altri non meno importanti.

L’attuale Amministrazione a Grotte S. Stefano e altrove non è riuscita a realizzare i lavori più semplici o ad espletare appalti (appalto verde pubblico, appalto rifiuti, appalto cimiteri) o perché incartata dalla burocrazia o perché travolta dalle faide politiche (assessori e consiglieri che si spostano da uno schieramento politico all’altro). Viviamo, infatti, nell’immobilismo più totale.  Andando in giro per il comune vediamo i parchi e le zone verdi nella totale trascuratezza, i muri e i marciapiedi sono invasi da erbacce, assente è la pulizia di strade, piazze e spazi pubblici, anche la manutenzione dei cimiteri è mancante. Per non parlare poi delle strade e delle piazze del centro storico di Viterbo e dei centri storici degli ex comuni che sono riempite di macchine disordinatamente parcheggiate.

Nella passata legislatura venivamo attaccati su questi problemi, particolarmente sul decoro urbano, dai consiglieri “perfettini” dell’opposizione, loro avevano la panacea per tutto. Oggi questi signori sono in maggioranza, alcuni sono diventati Assessori (o giù di lì), siedono in Giunta, hanno tutti gli strumenti per governare, ma, ahimè, da quello che noto, “le note” dolenti della città e degli ex comuni sono sempre le stesse, la musica non è cambiata anzi è notevolmente peggiorata.

Augusta Boco
Ex consigliera comunale PD