Playoff Serie C: Viterbese, il primo scoglio promozione è l’Arezzo

NewTuscia – VITERBO – Quando la Viterbese alzava al cielo il suo primo trofeo della storia, la Coppa Italia di Serie C, il presidente Camilli non riusciva a festeggiare pienamente. Il suo pensiero era ai play off di categoria, che avrebbero permesso alla compagine laziale di giocarsi, per il secondo anno di fila, l’accesso alla serie cadetta.

La mia testa era al prossimo 19 maggioha raccontato a caldo il patron gialloblu, imprenditore nel settore dell’industria alimentare di Grotte di Castro – non vedo l’ora di conoscere chi sarà il nostro avversario”. Alla fine è arrivato: sarà l’Arezzo. Che, ironia del destino, è arrivato quarto in quel Girone A che doveva essere lo stesso della Viterbese. Facciamo un piccolo passo indietro: a inizio campionato la squadra della Tuscia è stata inserita nel Girone C, quello dell’Italia meridionale. “Una porcata” dissero in dirigenza, visto che la composizione dei raggruppamenti aveva come criterio quello di non creare trasferte più lunghe di 300 km. La Viterbese, finendo nella stessa categoria di Messina e Catania doveva mettersi in viaggio per più di 1000 chilometri. Camilli aveva minacciato anche di ritirare la squadra dal campionato: “Puniscono l’unica dirigenza seria di questa categoria, è una cosa fatta a tavolino”.

Ora, invece, la stagione prende tutto un altro sapore. Domenica 19 maggio, alle ore 18.00, c’è l’andata di Viterbese-Arezzo. Gli altri play off sono: Carrarese-Pisa, Monza-Imolese, Potenza-Catania e Feralpi Salò-Catanzaro.

L’Arezzo ha perso solo una delle ultime otto partite, nella trasferta contro la Virtus Entella. La squadra di mister Alessandro Dal Canto si schiera in campo con un 4-3-1-2 con Serrotti ad agire dietro le due punte Brunori e Cutolo. In coppia hanno segnato qualcosa come 24 reti, 13 il primo e 9 il secondo. Inutile dire che sono loro il pericolo numero uno dei toscani. Attenzione anche a Fabio Foglia, regista con il vizio del gol.

La Viterbese invece dovrebbe mettere in campo lo stesso 3-5-2 con cui ha battuto il Monza di Berlusconi in finale di Coppa Italia. Probabile posto da titolare per Bismark Ngissah, classe 1996, del Ghana, cresciuto nelle giovanili del Chievo Verona e in risalita le quotazioni del belga Vandeputte, autore dell’assist decisivo per Atanasov.

E a proposito di quotazioni, le quote playoff vedono leggermente favoriti i toscani, con il segno 1 messo in lavagna a 2.27, mentre la Viterbese è quotata 3.33 e il pareggio 3.23. Decisiva sarà la gara di ritorno che, vista la vicinanza tra il capoluogo toscano e Arezzo, potrà vedere una vera e propria invasione di tifosi gialloblu. Che dopo la sconfitta con il Sudtirol lo scorso anno, sogna di nuovo la Serie B

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21