Masse di San Sisto: in tanti davanti al tribunale di Viterbo per dire no alla chiusura (Foto e video)

loading...

NewTuscia – VITERBO – Masse di San Sisto: stamattina sitin davanti il Tribunale di Viterbo del comitato nato per scongiurare la chiusura delle terme pubbliche sulla Cassia sud.

Decine di persone, frequentatori abituali delle Masse di San Sisto, si sono ritrovati poche ore fa davanti il Tribunale in occasione dell’udienza per l’incidente di esecuzione della sentenza dei giudici che intimano l’utilizzo  dell’acqua termale che sgorga nella sorgente da cui, per anni, le Masse hanno attinto per le decine di miglaia di tesserati.

Striscioni e tanta partecipazione per dire no all’esecuzione di una sentenza che, secondo i più, lede il diritto all’uso di un’acqua quas miracolosa per i meno abbienti ed i più anziani.  Negli striscioni scritte inequivocabili: “Chiudere San Sisto, a chi fa comodo?” o “Il termalismo sociale non si deve cancellare”.

Tante le intimazioni alle Masse di San Sisto, sopralluoghi continui della Polizia locale di Viterbo fino al pronunciamento del giudice che intima l’uso dell’acqua termale per l’impianto privato, in fase di realizzazione al Paliano, a pochi metri dalle Masse di San Sisto.

Certamente il comitato non si arrenderà anche se, ormai, manca solo l’esecuzione della decisione del giudice.