Buongiorno Ceramica, sabato e domenica “Botteghe aperte” a Viterbo: la ceramica racconta la Città dei Papi

NewTuscia – VITERBO – Buongiorno Ceramica. E buongiorno a  tre mondi diversi e affascinanti che sarà possibile ammirare dal vivo a “Botteghe aperte a Viterbo”, uno degli eventi più coinvolgenti della manifestazione di sabato e domenica prossimi, dalle 10 alle 20. Nel cuore del centro storico saranno protagoniste le artigiane Cinzia Chiulli, Daniela Lai e Daniela Lombardo.

Via San Pellegrino, 27: il laboratorio “Percorsi artistici” di Chiulli mette in mostra il grande tarocco. Si tratta del numero 21, quello che rappresenta il mondo, rivisitato e dedicato alla Città dei Papi, con una donna che tiene la sfera con la scritta Faul. È realizzato su una lastra di peperino, il disegno è stato trasferito con la tecnica dello spolvero, poi dipinto a mano con ossidi minerali e portato a 940 gradi, in modo da fissare i colori facendo diventare la superficie lucida. Ma si potrà anche ammirare sul posto come nasce un’opera del genere. “Su peperino già smaltato – dice Chiulli – farò una dimostrazione pratica di pittura degli arcani, in formato più piccolo, all’esterno della bottega”.

Stessa via, numero civico 8: la “Bottega d’arte” di Lai svelerà il segreto di una tecnica antica: il processo di lavorazione di un manufatto con decorazione a Zaffera, dall’argilla al prodotto finito. E domenica, contemporaneamente, per i bambini verrà messo a disposizione un tornio, con l’allestimento di un tavolo per quanti vorranno sperimentare e manipolare. “La Zaffera – spiega Lai – è stata realizzata per pochissimi anni, tra il 1300 e il 1400. Mostrerò un piatto cotto, come si trasferisce il disegno e come si contorna e si applica il rilevo: è uno dei segreti della bottega”.

Via Cavour, 45: “Creazioni Daniela” stupisce mettendo in primo piano la città e le sue ricchezze. Si va dai bassorilievi con gli scorci del centro storico alle opere dedicate alla Macchina di Santa Rosa e ai Facchini. Il suo laboratorio vanta il marchio di qualità “Tuscia Viterbese” della Camera di Commercio. Lombardo ha l’arte nel dna: molte delle sue capacità sono state infatti ereditate dal padre Alberto, noto artigiano viterbese.

“Questo evento – dichiara Alessia Mancini, assessore allo sviluppo economico del Comune di Viterbo – è una finestra aperta su tradizioni antiche, un’opportunità per vedere da vicino come si crea un’opera di artigianato artistico e comprenderne il valore. È un pezzo della nostra storia messa a disposizione di tutti da chi continua a tramandarla”.

Secondo Luigia Melaragni, segretaria della CNA di Viterbo e Civitavecchia, “Botteghe aperte” rappresenta “un pilastro di Buongiorno Ceramica. E grazie anche al riconoscimento di Viterbo come città di antica e affermata produzione ceramica, ottenuto alla fine del 2017 dal Ministero dello Sviluppo Economico, contiamo di vedere ancora più fermento e presenza di botteghe”.

La due giorni rappresenta uno dei momenti clou di “Buongiorno ceramica”, la festa della ceramica italiana nata su impulso dell’AiCC (Associazione Italiana Città della Ceramica) e organizzata a Viterbo dall’Assessorato allo Sviluppo Economico del Comune, insieme a CNA di Viterbo e Civitavecchia, Fondazione Carivit, Università della Tuscia, Liceo Artistico Francesco Orioli e con la partecipazione delle Associazioni Pandora Artiste Ceramiste e I Magazzini della Lupa.

Gli eventi

Venerdì 17 maggio ore 17 – 19

La ceramica e l’archeologia. Visita ai laboratori didattici dell’Università della Tuscia.

Laboratorio Fotografico e di Documentazione Grafica (DISTU) – Largo dell’Università snc

Prenotazioni: prof. Giuseppe Romagnoli – tel. 347 1558677

e-mail: romagnoli@unitus.it

Sabato 18 maggio

ore 10,30 Inaugurazione delle manifestazioni di Buongiorno Ceramica!

– Portici e giardino di Palazzo dei Priori

Contaminazioni. Esperienze laboratoriali del Liceo Artistico “Francesco Orioli” di Viterbo.

Estemporanea di decorazione e forgiatura ed esposizione dei lavori degli studenti.

– Sala dei Paesaggi di Palazzo dei Priori

Contemporary ceramic art in the room. Mostra degli artisti Mirna Manni, Alfonso Talotta, Carla Francucci, Daniela Lai. A cura dell’Associazione I Magazzini della Lupa. Ingresso gratuito.

ore 11 Sala Regia

Presentazione della Guida del Touring Club Italiano e dell’Associazione Italiana Città della Ceramica Le Città della Ceramica.

dalle ore 10

Botteghe aperte. La ceramica racconta la Città dei Papi

Daniela Lai Bottega d’Arte in Via San Pellegrino 8

Cinzia Chiulli Percorsi Artistici in Via San Pellegrino 27

Daniela Lombardo Daniela Creazioni in Via Cavour 45

Spazio Pensilina – Piazza degli Almadiani

Matresweek. Il weekend di ceramica femminile diffuso. Collettiva di opere ceramiche, convegni, workshop dimostrativi, laboratori a cura dell’Associazione Pandora Artiste Ceramiste.

ore 17 Palazzo dei Priori

Concerto a cura della Scuola Musicale Comunale di Viterbo

ore 18 Museo della Ceramica della Tuscia

Palazzo Brugiotti (Via Cavour 67)

Riscoperta di una tradizione antica. Maioliche dal butto medievale di Celleno vecchio. Mostra di 50 oggetti in maiolica arcaica recuperati e studiati dagli specialisti dell’Università della Tuscia. I reperti sono presentati per la prima volta al pubblico. L’evento è promosso dalla Fondazione Carivit. Ingresso gratuito.

ore 21 – 23 Museo della Ceramica della Tuscia

Apertura straordinaria in occasione della notte dei Musei della Ceramica.

Domenica 19 maggio

Proseguono gli eventi Contaminazioni (con l’esposizione dei lavori degli studenti) ▪ Botteghe aperteMatresweek Contemporary ceramic art in the room (10 – 13, 15 – 18)   Maioliche dal butto medievale di Celleno vecchio (10 – 13, 15,30 – 18,30).

Il Museo della Ceramica della Tuscia organizza anche visite guidate alle collezioni di ceramica esposte (tel. 0761.223674).

Il programma è consultabile sulle pagine fb Comune di Viterbo Informa e Visit Viterbo e su www.buongiornoceramica.it/city/viterbo