Amministrazione comunale di Gradoli, gli ultimi risultati raggiunti

loading...

NewTuscia – GRADOLI – Con l’approssimarsi delle elezioni europee ed amministrative, l’Amministrazione Comunale di Gradoli è giunta al termine del proprio percorso.

“Sono passati dieci anni da sindaco ed è ora di passare il testimone”, afferma il sindaco Luigi Buzi, “Quando ho iniziato, sapevo che era duro amministrare un comune, se non avvalendosi dell’aiuto di tutti”.

Sono state tante le iniziative e i traguardi raggiunti dall’Amministrazione comunale: l’istituzione di borse di studio; i lavori al Palazzo Farnese, la messa in sicurezza di Via Solferino/Sant’Angelo e di Via Cavour, varie ristrutturazioni, la realizzazione del Teatro Comunale, del parcheggio di via Monte Corvo, dell’isola ecologica, dell’impianto di videosorveglianza e del Fotovoltaico; il rientro in possesso del Poliambulatorio; l’introduzione del servizio di raccolta porta a porta della differenziata e la riduzione della Tari del 6%.

Tra i risultati più recenti, sono da segnalare: il progetto Fabric 4S che ha portato alla stipula di un patto di amicizia con diversi paesi europei, e nuovi contatti con altri paesi, nella speranza che il dialogo e lo scambio culturale continui anche nei prossimi anni.

Ci sono state importanti novità per quanto riguarda l’area archeologica del Ninfeo: lo scorso 13 maggio, un gruppo di studiosi, guidato dalla dott. Kathryn Jasper dell’Università dell’Illinois, è arrivato a Gradoli, annunciando l’intento di occuparsi degli scavi presso l’area archeologica del Ninfeo, in Località Valle Gianni.

“Siamo veramente grati per il supporto che ci avete dato”, sottolinea la dottoressa Jasper, “siamo convinti che la nostra ricerca sia importante per il campo studi romani, e speriamo che sia una buona opportunità per il comune di Gradoli”. Gli scavi cominceranno la prossima estate, e si protrarranno per quattro anni. Il risultato finale consisterà nella messa in sicurezza il sito, migliorandone l’accessibilità, anche per favorire la fruibilità da parte dei turisti.

Il Comune di Gradoli ha poi ricevuto un finanziamento, da parte del Ministero dell’Interno, in base alla legge 145/2018, per la messa in sicurezza della strada che porta al Lago di Bolsena, con l’intento di migliorare la viabilità e di abbattere le piante pericolose, in modo da rendere del tutto sicuro l’accesso alla spiaggia.

Cambiamenti in vista anche per gli impianti sportivi: i ragazzi della ASD Real Gradolese infatti, gioveranno di un campo finalmente in erba, che andrà a sostituire la terra, grazie ad un avanzo di bilancio di 31.000 euro.

Un altro finanziamento, questa volta proveniente dalla Regione Lazio (progetto per le Dimore Storiche), permetterà il recupero degli affreschi di Palazzo Farnese, con il consolidamento ed il restauro delle opere d’arte. Si tratta di un finanziamento regionale di 34.000 euro, con il quale verranno recuperati 23 affreschi, e di una parte di finanziamento comunale, che consentirà il restauro dei restanti 11.

Infine, il Comune ha inviato una segnalazione al Genio Civile dell’Assessorato Lavori Pubblici della Regione Lazio, per il finanziamento della messa in sicurezza della cavità sotto Piazza Palombini (adiacente alla chiesa), di cui si avranno notizie certe nelle prossime settimane.

“Il mio ringraziamento va a voi cittadini e ai dipendenti comunali. Sono entrato in punta di piedi ed esco in punta di piedi, pensando che sia un bel modo di concludere questa esperienza amministrativa”, conclude il sindaco Luigi Buzzi.

 Comune di Gradoli

loading...