Centro Studi Malfatti: punto di vista sulle elezioni

NewTuscia – TERNI – Anche nella nostra Regione in alcuni comuni ci saranno le elezioni per il rinnovo dei consigli municipali e relative cariche amministrative

Sconcertante è che in vari comuni è presente  una  sola lista e quindi un solo candidato a Sindaco. Crediamo che l’assenza dell’opposizione non aiuti la stessa maggioranza ad amministrare nei migliori dei modi. La difficoltà di tali candidati sarà nel convincere i cittadini a recarsi alle urne,in quanto il non raggiungimento del 51% dei votanti rispetto agli aventi diritto le consultazioni non sono valide.

Fatto grave che per la pluralità di rappresentatività la mancanza di almeno un altra lista,denota un allontanamento delle persone dalle istituzioni e la non disponibilità  di mettersi a servizio della comunità. Certamente chi non si sentirà rappresentato additerà la futura amministrazione per ogni scelta. Notare il fatto si sta verificando nei comuni minori. Pertanto solo una  unione tra amministrazioni con territori contigui che hanno comuni radici culturali  – economiche  (lasciando da parte i campanilismi) creando municipi che amministrano almeno 5000 abitanti si avrebbe un risparmio di denaro,ottimizzazione dei servizi e sicuramente reperire un maggiore  numero di cittadini nel mettersi a disposizione per amministrare i municipi stessi.

Alla luce di ciò  crediamo che non ci sia una grande rappresentanza e relativa democrazia dove,costituita da persone sicuramente  serie, sia presente una sola lista..

Redazione Centro Studi Malfatti