Stupro di Viterbo: tra politica, cronaca e “orrore”

NewTuscia – VITERBO – Stupro di gruppo all’Old Manners di piazza Sallupara: è scontro tra la versione ufficiale che ha portato all’arresto di Chiricozzi e Licci e quella della difesa.

Nelle ultime ore stanno venendo alla luce altri particolari sui fatti consumatisi nella notte tra l’11 e 12 aprile scorso al circolo privato di Casapound Viterbo. La 36enne violentata, secondo la ricostruzione degli inquirenti, per ore a turno da Francesco Chiricozzi e Riccardo Licci dopo averla colpita con un cazzotto all’occhio sinistro al rifiuto della donna di cedere alle avances dei due, non ricorda nulla. E’ questo uno dei dettagli che poteva complicare e di molto le indagini ma che ha trovato invece “sponda” nei rinvenimenti fotografici e video su uno smartphone dei due presunti violentatori. Nel video e nelle foto, come stanno riscontrando gli inquirenti, immagini agghiaccianti che non lascerebbero ombra di dubbio sull’avvenuto stupro.

I legali dei due ragazzi, gli avvocati Valerio Mazzatosta e Giovanni Labate, hanno intanto richiesto gli arresti domiciliari in base alla ricostruzione dei fatti fatta da loro e che ipotizzerebbe l’assenza di violenza sessuale per una forma di consensualità al rapporto da parte della donna e sarebbe negato anche il secondo reato addotto agli ex militanti di Casapound, ossia le lesioni personali, in quanto sarebbe stato il rapporto sessuale avvenuto su superfici rigide a provocare tali traumi. L’avvocato Franco Taurchini, difensore della donna, ha respinto in toto tale interpretrazione dei fatti, mettendosi sulla stessa linea degli inquirenti. La ragazza, anche secondo Taurchini, sarebbe stata prima fatta ubriacare, quindicolpita con violenza al momento del suo rifiuto agli approcci sessuali e quindi violentata.

E’ tutta da valutare ancora l’ipotesi che i video e le foto scattate dai due presunti aguzzini nel momento delle violenze siano circolati su un gruppo chat di Whatsapp vicino ai due ex militanti di estrema destra: secondo questa ipotesi alcuni membri di questo gruppo avrebbero suggerito di cancellare l’account di invio dei video e di disfarsi del telefonino incriminato.

L’ordinanza di custodia cautelare di dieci pagine, inoltre, ha fatto trapelare altri particolari sui fatti dell’Old Manners: il giudice che ha autorizzato l’arresto dei Licci e Chiricozzi parla di “reiterati abusi sessuali” sul corpo svenuto della 36enne, con fare “beffardo e sprezzante”. Come se i due non si rendessero conto di ciò che stessero facendo o, peggio, se consapevoli dei fatti dimostrassero una condotta cinica e spietata.

Nelle ultime ore, inoltre, è arrivato un secco comunicato di Casapound Cimini che attacca il sindaco di Vallerano Adelio Gregori, reo di avere “politicizzato” il caso di stupro.

“Ci sorprende un attacco così diretto ad una parte del popolo valleranese che lui ha definito in pratica complice di questa vicenda giudiziaria. Cosa significa? Che chi vota CasaPound accetta lo stupro? (tutto ancora da verificare peraltro e noi, lo ripetiamo, confidiamo nell’innocenza dei due ragazzi). Lo giustifica? Dovrebbe quindi giustificarlo anche il Sindaco visti i casi passati in giudicato (questi sì), o meno, del dirigente romano Bianchini del PD o dei “bravi” ragazzi dei centri sociali di Parma e Napoli o di Enzo Liguoro, presidente dell’associazione immigrazionista MamAfrica, accusato addirittura di aver abusato di un bambino del Togo (guarda caso, gli ultimi tre episodi, sono passati quasi del tutto in sordina)”.

Così Casapound Cimini.

4 pensieri riguardo “Stupro di Viterbo: tra politica, cronaca e “orrore”

  • 28 Maggio 2019 in 6:05
    Permalink

    I do not even know how I ended up here, but I thought this post
    was good. I do not know who you are but definitely you are
    going to a famous blogger if you are not already 😉 Cheers!

    Risposta
  • 1 Giugno 2019 in 18:15
    Permalink

    Hello colleagues, how is the whole thing, and what you would like to say on the topic of this
    article, in my view its in fact remarkable in support of me.

    Risposta
  • 4 Giugno 2019 in 15:14
    Permalink

    Hi! Would you mind if I share your blog with my twitter group?
    There’s a lot of people that I think would really appreciate your content.
    Please let me know. Many thanks

    Risposta
  • 15 Giugno 2019 in 3:02
    Permalink

    Everyone loves what you guys tend to be up too.
    Such clever work and reporting! Keep up the amazing
    works guys I’ve added you guys to my blogroll.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *