Acquapendente, approvato il bilancio di previsione

loading...

NewTuscia – ACQUAPENDENTE – Con sette voti favorevoli, l’astensione della consigliera di minoranza Consigliera Barbara Belcari ed il voto contrario del consigliere di minoranza Fabrizio Camilli, il Consiglio Comunale di Acquapendente approva il bilancio di previsione ed il documento unico di programmazione esercizio finanziario 2019-2021. Un bilancio che come sottolineato dal Sindaco Dottor Angelo Ghinassi “garantisce il pareggio generale e che potrà fungere da trampolino di lancio e punto di partenza per evitare nei prossimi anni aumenti di Irpef, Imu e Tasi. Per quanto riguarda la Tari se si procederà alla realizzazione dell’impianto di Campo Morino si procederà alla riduzione delle tariffe.

Faccio inoltre presente che la legge di stabilità consente una più ampia programmazione degli interventi in relazione alle modifiche sul pareggio di bilancio, fatti salvi i ritardi burocratici (esempio Agenzia del Demanio per acquisto immobili o Regione per varianti allo strumento urbanistico). Nell’illustrate il contenuto dello stesso, il Consigliere Lido Buzzico sottolinea come “il rapporto generale totale entrate/spese (17.551.204,00) è in perfetta parità e che l’ammortamento del mutuo per completamento pubblica illuminazione potrà essere in parte ricoperto con i risparmi di energia”.

I numeri non convincono la minoranza come dimostra la dichiarazione di voto del Consigliere Fabrizio Camilli: “Seppur ritengo positivo il fatto che lo stesso sia stato sottoposto alla Commissione Consiliare”, sottolinea, “rilevo purtroppo l’aumento delle imposte addizionali Irpef, Tari, Imu, Tasi per l’anno 2020-2021. Ed, allo stesso tempo, che negli anni precedenti erano presenti interventi per opere pubbliche, realizzate solo in percentuale molto ridotta”.

GIORDANO SUGARONI