Uil Scuola Viterbo, il 17 maggio sciopero di tutto il personale

NewTuscia – VITERBO – Riceviamo e pubblichiamo.

Il governo del cambiamento non ha le idee chiare sulla scuola. Sta utilizzando il modello dell’autonomia differenziata. Fare dei sistemi scolastici regionali che ammazzano la Costituzione e i suoi principi è sbagliato. Esiste una contrapposizione tra la regionalizzazione del sistema dell’istruzione e il modello costituzionale. Il diritto all’istruzione universale in questo modo salta.

La questione del 10 per cento nel concorso ordinario può andare bene. Ma intanto ci vuole un concorso rapido. Non è sufficiente, per risolvere il problema, un concorso per centinaia di migliaia di posti. I tempi sono molto lunghi e invece servono provvedimenti urgenti per garantire l’avvio del nuovo anno scolastico. Ci vuole un concorso riservato per i non abilitati che abbiano almeno trentasei mesi di servizio, analogo a quello che è stato riservato nel 2018 ai già abilitati, trentasei mesi perché c’è il limite legale per evitare una procedura di infrazione.

Questo risolverebbe i problemi. Il concorso ordinario si faccia, ma ha tempi lunghi che la scuola non si può permettere. Intanto si faccia uno riservato, i ragazzi in una scuola hanno diritto ad avere un insegnante stabile, non supplenti, né supplenze, che peraltro alimentano il precariato.

Il fallimento della 107 è dovuto al fatto che quella legge non ha eliminato il precariato e questo è successo perché Renzi non ci ha ascoltati. Avevamo chiesto una fase transitoria, ci voleva una fase di almeno tre anni e invece ha spostato all’improvviso la gente da una regione all’altra con gli algoritmi e non ha risolto nulla. Così il precariato è aumentato. La questione fu condotta in maniera autoritativa, senza ascoltare le parti sociali.

Il bilancio dello Stato toglie risorse al contratto. Ma le risorse occorre trovarle, per fare ciò che è stato fatto per i dirigenti scolastici. Servono quote specifiche da destinare ai docenti e al personale Ata, lavoratori caduti, sul piano degli stipendi, all’ultimo posto della lista dei dipendenti, pubblici e privati. Sulla scala retributiva sono agli ultimi posti, come certificati dalla Ragioneria dello Stato.

Per tutte queste ragioni i sindacati hanno proclamato uno sciopero per il prossimo 17 maggio. Sono anni che gli insegnanti provano gli effetti delle decisioni di austerità fatte sulla scuola. Bisogna invece tornare a parlare di dignità del lavoro.

Silvia Somigli

Segretaria regionale Uil scuola Viterbo

3 pensieri riguardo “Uil Scuola Viterbo, il 17 maggio sciopero di tutto il personale

  • 13 Giugno 2019 in 2:28
    Permalink

    I just want to say I am just very new to blogging and absolutely savored this web site. Likely I’m planning to bookmark your blog post . You actually come with tremendous posts. Appreciate it for revealing your webpage.

    Risposta
  • 16 Giugno 2019 in 15:18
    Permalink

    Substantially, the article is actually the freshest on that deserving topic. I harmonise with your conclusions and can eagerly look forward to your future updates. Saying thanks will not simply be enough, for the exceptional lucidity in your writing. I will certainly directly grab your rss feed to stay privy of any updates. Gratifying work and also much success in your business enterprize!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *