Semi di Pace e Confederazione degli Italiani nel Mondo (CIM) insieme per un mondo solidale

loading...

NewTuscia – TARQUINIA – Semi di Pace dal 2018 aderisce alla Confederazione degli Italiani nel Mondo (CIM), l’organizzazione che associa gli italiani residenti all’estero e che è presente in 24 paesi con oltre 2000 federazioni e associazioni internazionali.

Questa collaborazione nasce dalla condivisione di valori universali, quali la promozione umana e sociale dell’individuo, la cooperazione e l’amicizia tra i popoli, e dalla consapevolezza che in questi tempi così difficili è assolutamente necessario promuovere, pur nel rispetto delle proprie storie e identità, forme di sinergie e di compartecipazione per dare forza e sostanza a obiettivi comuni.

La partecipazione di Semi di Pace al Congresso mondiale della CIM di Matera, nel dicembre 2018, ha sancito anche formalmente l’adesione dell’associazione con l’ingresso del suo presidente Luca Bondi nell’Esecutivo nazionale della CIM. È stata quindi accolta con estremo piacere la richiesta avanzata dal senatore Angelo Sollazzo, presidente e anima della CIM, di ospitare l’Esecutivo nazionale presso La Cittadella, sede di Semi di Pace.

L’incontro, tenutosi lo scorso 22 marzo, ha permesso di approfondire la reciproca conoscenza, anche attraverso la presentazione dei responsabili e dei volontari dell’associazione, e di valutare insieme il contesto attuale e le prospettive future per elaborare un programma di iniziative umanitarie condivise. Il presidente Sollazzo ha voluto sintetizzare tutto ciò in una frase che è diventata anche un impegno “la CIM colora il mondo di speranza e dona sorrisi ai bambini“.

In chiusura è stato particolarmente emozionante il momento della messa a dimora di un ulivo, presso la stele di Falcone e Borsellino, denominato “albero dell’amicizia e della memoria” per testimoniare l’amicizia nata tra le due realtà e per fare memoria dei magistrati.

Un cammino è iniziato e un albero è stato piantato: l’impegno è che tutto ciò dia frutti per lo sviluppo e il bene dell’umanità.