Il Sagrantino di Montefalco torna al Vinitaly

loading...

NewTuscia – MONTEFALCO –  Il Sagrantino come esperienza sensoriale in una terra che è diventata luogo simbolo per gli appassionati di enogastronomia. La città di Montefalco con i suoi prestigiosi vini torna al Vinitaly di Verona con le sue migliori eccellenze, i vini delle Cantine che hanno reso famosa la ringhiera dell’Umbria in tutto il mondo che è possibile assaggiare dal 7 al 10 aprile nello stand del Consorzio Tutela vini Montefalco.

A rappresentare la città il sindaco e senatore Donatella Tesei e l’assessore al Turismo Daniela Settimi che nel fine settimana hanno partecipato alla cerimonia di apertura della manifestazione internazionale dedicata ai vini Italiani al Palaexpo. Il Sindaco Tesei ha incontrato il ministro alle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio e Floriano Zambon, presidente nazionale della Città del Vino, di cui è consigliere.

 La delegazione montefalchese ha fatto visita allo stand dell’Umbria per sostenere Umbria wine experience“, il  claim promozionale scelto da Umbria top wines, che organizza e coordina la trasferta veronese. Il Consorzio Tutela Vini Montefalco ha realizzato lo stand espositivo presentando il progetto “Montefalco Terra per il Vino”.

Il sindaco Donatella Tesei ha salutato i produttori presenti al Vinitaly riconoscendo lo sforzo organizzativo delle aziende per la miglior riuscita della manifestazione. La promozione del pregiato vino delle terre di Montefalco passa quest’anno anche attraverso due iniziative  nell’Area eventi Umbria Wine experience:  il Masterclass: “Montefalco, terra per il vino” guidata dalla giornalista Cathy  Huge, e “Sagrantino Experience: eventi enogastronomici 2019 a cura della Strada del Sagrantino, Consorzio Tutela Vini Montefalco e del Gal Valle Umbra e Sibillini.