Acquapendente, approvato il regolamento volontari bosco del Sasseto

NewTuscia – ACQUAPENDENTE – Con sei voti favorevoli e l’astensione del consigliere Solange Manfredì, il Consiglio Comunale di Acquapendente approva il regolamento volontari bosco del Sasseto. Dopo aver illustrato l’iter per la redazione di un regolamento condiviso dalla Commissione all’unanimità ed in particolare su alcune criticità rimosse e sulla delega alla Giunta Comunale per sottoscrivere una convenzione che verrà sottoposta alla Commissione per conoscenza, il consigliere Glauco Clementucci sottolinea come “questo regolamento disciplina ed organizza l’attività di singoli individui, che volontariamente, spontaneamente e gratuitamente intendono collaborare e partecipare allo svolgimento di compiti di interesse sociale e per la tutela del bosco del Sasseto.

Il regolamento è redatto in base al Comma 13 dell’allegato 3 del regolamento del Monumento Naturale bosco del Sasseto, adottato con Deliberazione Consiglio Comunale N° 32 del 30 Luglio 2018, secondo il quale è facoltà dell’ente istituire un registro dei Volontari del Sasseto con la funzione di sorveglianza e controllo dell’area. Ricordo che il bosco è un bene comune di comprovato valore ambientale e storico-paesaggistico con una peculiare storia e legame con la popolazione locale che apre alla opportunità e necessità di disporre di osservatori civici per la sua tutela, nella continuità di percorsi partecipati con la popolazione locale delle azioni della Carta Europea del Turismo Sostenibile e della Riserva Naturale Monte Rufeno”.

Prima della votazione sullo stesso, il Dottor Gianluca Forti (Direttore Museo Naturalistico del Fiore) richiede di inserire agli atti questo parere ; “E’ opportuno all’articolo 4 comma 4 che il Consiglio Comunale esprima una indicazione del tetto massimo dei volontari, proposto in fase istruttoria indicativamente in 60 unità e valutabile ora anche inferiormente alla luce di una possibile convenzione con l’Università Agraria per servizi con il coinvolgimento degli utenti locali della stessa. Detta indicazione è necessaria anche per fissare la somma da prevedere ad integrazione in bilancio per la copertura assicurativa di cui all’articolo 7 e per dare l’imput e l’indirizzo di gestione poi da sviluppare nella competenza della Giunta e degli uffici amministrativi.

Altresì si richiede che la valutazione successiva del tetto massimo sia demandata, parimenti agli altri parametri e per snellezza nella formula di gestione adattiva adottata per il bene, non al Consiglio Comunale come scritto all’articolo 4 ma alla Giunta, in analogo a quanto indicato all’articolo 4 comma 5”. Con apposita dichiarazione, infine, il consigliere di minoranza Solange Manfredi, annuncia la sua astensione: “Intendo fare presente”, sottolinea, “che alcune osservazioni sollevate sono state in parte rimosse o rinviate alla Giunta Comunale e quindi è necessario un esame attento sulle successive convenzioni per le ricadute in termini giuridici”. Al termine viene presentato ufficialmente l’ordine del giorno della nuova seduta prevista per Venerdì 12 Aprile alle ore 19.

Nove i punti previsti all’ordine del giorno. Dopo l’approvazione dei verbali seduta precedente, si passerà alla discussione ed alla conseguente votazione dei seguenti punti all’ordine del giorno: approvazione bilancio di previsione e DUP esercizi finanziari 2019-2021, approvazione regolamento edilizio, presa d’atto elezioni Consiglio dei Giovani, programmazione acquisto fabbricato Località Campo Morino, programmazione acquisto area parcheggio Torre Alfina, programmazione acquisto locale Via Roma per ecoalbergo, convenzione con ATC VT/1 per approvazione piano coordinato delle attività di gestione e controllo della popolazioni di cinghiali nell’area vasta di influenza della Riserva Naturale Monte Rufeno ed, infine, modifica regolamento commercio su aree pubbliche.

GIORDANO SUGARONI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *