Orte ospita il 5° Spartan race 2019 il 27 e 28 aprile

loading...

 di Simone Stefanini Conti

NewTuscia – ORTE – La corsa ad ostacoli leader nel mondo  si svolgerà ad Orte presso lo spazio verde dell’Area Artigianale, per il quinto  anno, sabato 27, con un’anteprima nel Centro Storico, e domenica 28 aprile prossimi. Si tratta di una manifestazione non convenzionale, che probabilmente molti partecipanti e spettatori non avrebbero immaginato di sperimentare nella loro vita.

Ad Orte è già partita la macchina organizzativa del raduno sportivo internazionale  che quest’anno coinciderà con il ponte del Primo maggio. Spartan Race offre una corsa a ostacoli tra fango, ponti di legno, scivoli insaponati e itinerari di difficoltà diversificata, percorsi differenti che si adeguano perfettamente ad ogni livello di preparazione personale, attraverso la pianura, le rive sabbiose e irregolari del Tevere, le salite verso il centro storico medievale di Orte.

La pratica di questo sport offre una nuova cultura sportiva, divulgata da una community di atleti che hanno come obiettivo quello di superare ogni limite immaginabile.

La corsa si snoderà sul percorso di massimo 13 chilometri, in un tempo che può variare da 60 minuti ( per il percorso minore di 6 chilometri) a 180 minuti per il percorso intero di 13 chilometri , la partenza della prima batteria – ogni batteria di partenza è composta di 150-250 partecipanti – è prevista per la prima mattinata di sabato 28 aprile .

E previsto anche un itinerario Spartan Race junior per i ragazzi, che avranno modo di sperimentare un primo avvicinamento allesperienza della corsa estrema.

Per  predisporre unadeguata rete organizzativa alla manifestazione che farà tappa ad Orte gli organizzatori  hanno inviato a tutte le associazioni di volontariato e singoli cittadini la richiesta di disponibilità di oltre  100 volontari locali. Gli organizzatori, sulla scorta della prima esperienza dello scorso anno, prevedono  la presenza ad Orte  di 6.000 – 8.000 atleti che, a loro volta, saranno accompagnati da sostenitori, amici e parenti che verranno accolti presso le strutture ricettive e di ristorazione della città.

“Spartan Race” con l’organizzazione a carattere mondiale della Reebok ha scelto per il quinto anno la cittadina laziale sul Tevere per far provare agli atleti partecipanti l’ebbrezza di correre non soltanto tra i boschi, ma anche tra le antiche mura della cittadina, dando uno sguardo anche all’ esclusiva “Orte sotterranea”, il Ninfeo, i cunicoli e le cisterne etrusco-romane e medievali della “città sotto la città”.

Gli organizzatori si ripropongono di superare le 6.000 adesioni conseguite lo scorso anno ed hanno confermato che nella cittadina della Tuscia verranno disputate le gare per le categorie differenti.

Le categorie ammesse  alla gara sono :

1-la Spartan Sprint con un percorso di circa sei chilometri con 20-23 ostacoli,

2- la Spartan Super con un percorso di tredici chilometri  con 24-29 ostacoli

3- la Spartan Juniors con un tracciato dedicato ai ragazzi dai 4 ai 12 anni di circa un chilometro e mezzo.

Nel fine settimana del 27 e 28 aprile gli ospiti avranno a disposizione, il percorso di Orte Sotterranea, animato da Veramente Orte,  le visite al sistema museale della città, costituito dai Musei Civico, di Arte Sacra e delle Confraternite, l’animazione di alcuni brani di Rievocazioni storiche in costume medievale ed il percorso enogastronomico offerto dalle Taverne delle Sette Contrade, oltre ai tipici ristoranti e le cantine disseminate per  le suggestive  vie del Centro Storico.

Gli eventi offerti agli atleti di “Spartan Race Orte 2019” vedranno protagoniste anche  le tradizioni legate ai prodotti tipici locali, la gente ed il suo territorio, con l’intento di far risaltare le qualità di bontà e genuinità dei prodotti locali, nel rispetto dell’ambiente. L’attenzione sarà rivolta agli atleti ed ai turisti accompagnatori con l’obiettivo ambizioso di dar vita ad una simbiosi tra arte ed enogastronomia della produzione tipica locale.

Itinerario eno-gastronomico per turisti e residenti attraverso strade, piazze, le cantine ed i cunicoli scavati nel tufo e sapori tipici. Tanti i giovani volontari che affiancheranno il lavoro delle Forze dell’ordine per  lo svolgimento  sicuro  e regolare della manifestazione sportiva.