Cooperazione Italia-Moldavia, Alicenova modello per agricoltura sociale

La cooperativa ha partecipato al progetto internazionale su impresa ed economia sociali

NewTuscia – La cooperativa sociale Alicenova scelta dal Ministero del Lavoro come modello di buone pratiche in agricoltura sociale a livello internazionale. Nel mese di marzo, i rappresentanti della cooperativa hanno partecipato a Chisinau, capitale della Moldavia, alla seconda sessione di capacity building “Politiche per un mercato del lavoro socialmente responsabile” sui temi dell’impresa e dell’economia sociali, nel quadro delle azioni del programma di cooperazione internazionale Italia-Moldavia “La mobilità internazionale del lavoro” di ANPAL Servizi (Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro), società del Ministero del Lavoro, portato avanti insieme al BRD – Bureau per le Relazioni con la Diaspora moldavo.

Una collaborazione bilaterale tra i due paesi sui temi di mobilità, migrazione circolare e sviluppo del capitale umano, attraverso cui l’Italia sostiene la formazione dei giovani neo-imprenditori moldavi nella realizzazione di iniziative a carattere imprenditoriale. Nel corso della sessione di Chisinau, rivolta a una platea di dirigenti e funzionari dei ministeri di economia, lavoro, finanze, giustizia, istruzione, della cancelleria di stato, di amministrazioni locali, di associazioni e soggetti della società civile, imprese e altri portatori di interesse, un ruolo importante lo ha rivestito il focus dedicato all’economia sociale, a cui in veste di relatori hanno preso parte due cooperative italiane tra cui appunto Alicenova che ha portato la sua esperienza in agricoltura sociale.

Abbiamo raccontato il nostro modello di agricoltura sociale – spiega Marco Carducci, vicepresidente di Alicenova – a una platea di cui facevano parte vari neo-imprenditori sociali moldavi, rappresentanti e funzionari istituzionali, in una giornata di formazione in cui si sono susseguiti momenti teorici ed esperienze pratiche. Ci fa estremo piacere che un progetto di cooperazione internazionale del Ministero del Lavoro, in cui l’Italia aiuta un altro stato a creare lavoro e rafforzare l’economia in un momento in cui la Moldavia vede una crescita del PIL, abbia scelto noi per presentare il nostro modello di agricoltura sociale ad un paese con una forte vocazione agricola.”

Il percorso si concluderà tra maggio e giugno con la study visit in Italia.