Aeroporto, Trasversale ed ex Terme Inps: arrivano i soldi cinesi

loading...

NewTuscia – VITERBO – Aeroporto, Trasversale ed ex Terme Inps, arriva la notizia: ci penserà la Cina. Dopo settimane di indiscr

ezioni e smentite, finalmente è stata ufficiosamente reso  noto un punto (dei tanti) dell’accordo firmato a Roma recentemente tra Italia e Cina nell’ambito dell “Belt and Road Initiative”, il cosiddetto progetto “Via della Seta”, voluto dal 2013 dal primo ministro Xi Jinping per mettere al sicuro gli interessi in ogni parte del mondo.

Da un dossier trapela l’interessamento di una cordata di imprenditori cinesi per la Tuscia. L’accordo prevederebbe il finanziamento completo dello scalo aeroportuale civile di Viterbo, il completamento della Trasversale Orte-Viterbo-Civitavecchia, nel tratto Monte Romano-Civitavecchia, e la realizzazione di un nuovo polo termale nella struttura delle ex Terme Inps, in cambio di interessi turistici ed economico del gigante asiatico nell’alto Lazio.

In particolare l’accordo stimerebbe in 1 miliardo e 960 milioni di euro di capitali cinesi i soldi disponibili, a partire dal 1° gennaio 2020, per avviare la costruzione dell’aeroporto a Viterbo (completabile entro il 2021), il compimento entro 18 mesi della Trasversale e la costruzione del polo termale entro il 2020.

La svolta è arrivata dopo che un giornalista cinese ha reso noti i problemi endemici di Viterbo e della Tuscia a un emissario del governo cinese in visita a Roma, nei giorni scorsi, per la firma dell’accordo della “Via della Seta” tra Italia e Cina. L’Italia, lo ricordiamo, è il primo paese del G7 a firmare tale accordo internazionale con Pechino.

Finalmente i tre problemi endemici del nostro territorio verranno risolti: infrastrutture, turismo e ricettività saranno le parole d’ordine della Tuscia grazie alla Cina.