Aumento tariffa rifiuti, Arena: “Dovuto quasi interamente all’aumento voluto dalla Regione Lazio”

loading...
NewTuscia – VITERBO – L’aumento del 7% della Tari(tassa sui rifiuti) deliberato all’interno del piano economico finanziario nell’ultimo consiglio comunale è dovuto quasi completamente all’aumento della tariffa, quasi raddoppiata, voluto dalla Regione Lazio e che hanno subito tutti i comuni, tale incremento fa schizzare il prezzo da 74 a a 136 euro a tonnellata.

Il nostro comune ha dovuto subire questo aumento passivamente perché imposto dalla Regione.

La Regione Lazio e il Comune di Roma sono anni che si rimpallano le responsabilità’ e sono assolutamente inadempienti, infatti alla prima difficoltà dirottano i loro rifiuti nel nostro comune, ma sono invece efficaci quando devono aumentare i costi per lo smaltimento dei rifiuti.

Intanto il nuovo appalto ponte per un anno prevede diverse migliorie, che saranno ancora più incisive nel nuovo bando pluriennale.
Darò il massimo impegno per seguire con attenzione la cura e la pulizia della nostra città.

Sono sicuro che incrementeremo ancora di più la raccolta differenziata affinché sempre meno rifiuti indifferenziati vadano a riempire la nostra discarica.
Con l’appalto pluriennale avremo un servizio più puntuale e preciso e sono convinto che i viterbesi apprezzeranno gli sforzi fatti per giungere ad una raccolta e smaltimento dei rifiuti ottimale.

Ricordo inoltre che nonostante le criticità riscontrate Viterbo, con il 56% di raccolta differenziata è la prima città nel Lazio.

Giovanni Maria Arena
Sindaco di Viterbo