Torna TuttixTutti, il concorso nazionale rivolto alle parrocchie

NewTuscia – Riceviamo e pubblichiamo.

“Chi partecipa fa vincere gli altri”. È lo slogan che promuove il concorso per le parrocchie TuttixTutti, promosso dalla C.E.I. a livello nazionale, in corso fino al 31 maggio 2019. Ogni parrocchia potrà parteciparvi iscrivendosi online su www.tuttixtutti.it, creando un gruppo di lavoro, ideando un progetto di solidarietà e organizzando un incontro formativo per promuovere il sostegno economico alla Chiesa cattolica.

Le iscrizioni saranno aperte fino al 31 maggio 2019 mentre la proclamazione dei vincitori avverrà il 30 giugno tramite la pubblicazione sul sito www.tuttixtutti.it.

Dieci i premi, compresi tra €1.000 e €15.000, attribuiti dalla Giuria composta dai membri del Servizio per la Promozione del Sostegno Economico alla Chiesa cattolica, che selezionerà i 10 progetti di solidarietà considerati più meritevoli secondo i criteri di valutazione pubblicati sul sito e giudicherà la qualità degli incontri formativi realizzati.

 “TuttixTutti rappresenta una grande opportunità per le parrocchie che possono vincere contributi rilevanti per la realizzazione di iniziative solidali. Il nostro concorso nazionale ha contribuito, in otto anni di storia, – afferma Matteo Calabresi, responsabile del Servizio Promozione della C.E.I. – alla realizzazione di moltissime proposte che offrono risposte concrete ai bisogni delle famiglie, dei giovani e degli anziani. Penso in particolare ad alcune parrocchie in contesti sociali a rischio o caratterizzati da povertà e disoccupazione anche giovanile”.

Un successo crescente quello di TuttixTutti, concorso atteso ed apprezzato dalle parrocchie, che premia quelle idee che nascono da un’intera comunità parrocchiale, desiderosa di aiutare chi ha più bisogno. Può essere una sala prove per i giovani, un doposcuola di qualità, una mensa per senza fissa dimora o un piano di formazione-lavoro in un’azienda agricola.

Nel corso degli anni abbiamo registrato una crescente partecipazione raggiungendo, – prosegue Matteo Calabresi nel 2018, ben 567 iscritti con migliaia di persone coinvolte e centinaia di candidature presentate. Siamo rimasti colpiti dalla capacità e dall’attenzione delle parrocchie che hanno aderito al bando presentando progetti a sostegno delle più svariate situazioni di disagio e fatica emergenti dal territorio. I vincitori hanno potuto avviare iniziative utili a tutta la comunità come nel caso del progetto presentato dalla Parrocchia Santi Pietro e Paolo di Catania, vincitrice del 1° premio dell’edizione 2018, che ha realizzato una casa d’accoglienza per nuclei familiari in difficoltà o, tra le altre, contribuendo all’avviamento del Multiservice solidale per offrire strumenti professionali nella forma del prestito d’uso, pensato dalla Parrocchia Sacro Cuore in Soria di Pesaro che si è aggiudicata il 2° premio, e all’articolato progetto, 3° classificato, ideato dalla parrocchia Santa Maria della Fiducia di Roma, rivolto a persone senza fissa dimora e a famiglie in stato di disagio”.

Anche quest’anno le parrocchie che si impegneranno a formare i propri fedeli organizzando un incontro formativo, secondo i criteri indicati nel regolamento disponibile su  www.sovvenire.it/incontriformativi, potrebbero ricevere un contributo variabile tra €500 e €1.500 a seconda della qualità dell’incontro organizzato.

“Gli incontri formativi hanno la finalità di spiegare alle comunità come funziona il sistema di sostegno economico alla Chiesa, tema sul quale c’è ancora poca conoscenza,- conclude Matteo Calabresi per promuoverne i valori fondamentali come la trasparenza, la corresponsabilità, la comunione, la solidarietà. Gli incontri rappresentano un’ulteriore opportunità per le parrocchie che si sono impegnate a formare i propri fedeli, secondo le linee guida fornite dal nostro ufficio, di ricevere un utile contributo per le attività svolte.”

Per partecipare a TuttixTutti con la propria parrocchia basta ideare un progetto di solidarietà, organizzare un incontro formativo e iscriversi online sul sito www.tuttixtutti.it, in accordo con il parroco.

Tutti gli approfondimenti sono disponibili su www.tuttixtutti.it e sulle pagine Facebook e Twitter.

Facebook: https://www.facebook.com/CeiTuttixTutti/

Twitter: https://twitter.com/CeiTuttixTutti

I PROGETTI VINCITORI 2018 

1° premio – Parrocchia Santi Pietro e Paolo di Catania

Progetto “Accogliere”€ 15.000

Ad aggiudicarsi il primo premio di TuttixTutti 2018 è stata la parrocchia Santi Pietro e Paolo di Catania con “Accogliere”, un progetto che intende offrire un tetto a chi attraversa un momento di disagio accompagnandolo verso un riscatto sociale. Grazie all‘impegno dell’intera comunità parrocchiale è stata ristrutturata una casa, donata alla parrocchia dal parroco emerito Padre Giovanni Piro, scomparso nel 2009, che, in virtù di un finanziamento di Banca Etica e del sostegno diretto dei parrocchiani, accoglie famiglie in difficoltà. L’ospitalità dura un anno per favorire una rotazione e accogliere più nuclei familiari.

2° premio – Parrocchia Sacro Cuore in Soria di Pesaro

Progetto “Multiservice Solidale”€ 12.000

Avviare un “Multiservice solidale” per promuovere un’attività in gruppo di piccoli servizi diversificati quali pulizia, riparazioni, giardinaggio, facchinaggio, tinteggiatura attraverso l’acquisto di attrezzature da lavoro, da mettere a disposizione nella forma del “prestito d’uso” senza garanzie materiali. L’iniziativa si rivolge a persone in difficoltà lavorative e che si trovano in situazione di vulnerabilità economica. Il progetto della Parrocchia Sacro Cuore in Soria di Pesaro si basa sulla convinzione che chi è in difficoltà possa ritrovare l’autonomia perduta, se aiutato in tempo, con una forma di supporto che permetta di rimuovere gli ostacoli più facilmente superabili.

3° premio – Parrocchia Santa Maria della Fiducia di Roma

Progetto “La Casa della Misericordia”€ 10.000

Realizzare una “Casa della Misericordia” per dare una risposta concreta al grido d’aiuto della persone in stato di disagio che gravitano intorno alla comunità parrocchiale. Questo l’obiettivo del progetto che intende offrire sostegno e servizi per far sentire finalmente a casa persone senza fissa dimora e famiglie in difficoltà. Dalla distribuzione di viveri al vestiario, dall’assistenza medica al servizio docce, dal pranzo in famiglia al più articolato percorso di reinserimento nella società, grazie al servizio di orientamento lavoro e al supporto del Caf. Più di 1.000 famiglie potranno usufruire anche di una mensa, di prossima apertura, che diventerà un punto di riferimento per i senzatetto del quartiere.

4° premio – Parrocchia SS. Pietro e Paolo di Vertemate con Minoprio (Co)

Progetto “Leali verso l’umanità” – € 8.000

Avviare una stireria sociale: questo l’innovativo progetto proposto dalla parrocchia SS.Pietro e Paolo di Vertemate con Minoprio (Co) che si basa su un patto di lealtà con le persone bisognose offrendo loro un’occupazione per vivere con dignità. Inserita in una comunità parrocchiale dove prevale una situazione di diffuso benessere, con esigue situazioni di marginalità, la stireria proporrà anche alcuni servizi collaterali come la riparazione, il riuso di capi di abbigliamento e la consegna a domicilio. Un gruppo organizzativo si occuperà della formazione e dell’assistenza alle operatrici nel laboratorio stireria. Sarà previsto anche un supporto tecnologico applicativo online per garantire un contatto personalizzato con la clientela.

5° premio – Parrocchia Cristo Re di Valderice (Tp)

Progetto “Giochi senza sbarre …..e non solo” – € 6.00

Una ludoteca per bambini all’interno del carcere di Trapani. Questo il progetto “Giochi senza sbarre… e non solo”, candidato dalla parrocchia Cristo Re di Valderice, che si è aggiudicato il 5° premio. L’obiettivo è quello di realizzare uno spazio attrezzato per i bambini, nella fascia di età da 4 a 12 anni, all’interno della Casa Circondariale, coordinato dai giovani volontari della parrocchia e da operatori qualificati. Un’iniziativa di grande rilievo sociale che intende favorire l’incontro tra figli e genitori promuovendo sia l’accoglienza dei detenuti nella comunità parrocchiale che un adeguato supporto per i bambini aiutandoli ad elaborare il disagio del distacco. Un progetto di riscatto sociale e di integrazione pensato dalla parte dei bambini.

6° premio – Parrocchia San Pietro Martire di Cinisello Balsamo (Mi)

Progetto “NOI Nuovi Orizzonti Insieme” – € 5.000

Il progetto NOI intende promuovere la partecipazione dei giovani del quartiere Crocetta alla vita della comunità parrocchiale attraverso azioni di animazione territoriale, svolte nei luoghi di socializzazione del quartiere. Articolati i percorsi previsti come quelli del calcio, della danza e della cucina che prenderanno forma in diversi spazi. La Parrocchia San Pietro Martire non sarà, però, l’unico attore coinvolto in questo progetto ma sarà supportata e sostenuta da associazioni locali che da anni operano nel quartiere; nascerà, quindi, un team di lavoro in grado di promuovere iniziative di grande rilievo, volte anche a favorire l’integrazione con la popolazione straniera che rappresenta il 40% del tessuto sociale.

7° premio – Parrocchia Santa Marina Vergine di Polistena (RC)

Progetto “Diamo vita ai giorni” – € 4.000

Un “Taxi sociale” per favorire la mobilità di persone costrette a vivere in solitudine e nella marginalità e un percorso di assistenza e sostegno denominato “Realizzabili”: questi i due obiettivi principali del progetto “Diamo vita ai giorni”, candidato dalla Parrocchia Santa Marina Vergine di Polistena, pensato per chi vive in condizioni di disagio e di povertà. Ideato per anziani e persone non autosufficienti, giovani e adulti che vivono la solitudine nelle campagne, nelle periferie urbane e sociali e portatori di handicap, il progetto intende promuovere una rete sociale e un sistema di mobilità urbana ed extraurbana del tutto assente nel territorio.

8° premio – Parrocchia Cristo Re di Grosseto

Progetto “Al di là delle sbarre” – € 3.000

Potenziare la struttura dell’orto parrocchiale mediante la costruzione di due serre, l’acquisto di un motocoltivatore e il rinnovo degli attrezzi. Questo, in sintesi, l’obiettivo del progetto “Al di là delle sbarre” che si rivolge ai detenuti del carcere di Massa Marittima, inseriti in un progetto di collaborazione con la parrocchia, e alla Mensa della Caritas che usufruisce di una parte della produzione. La collaborazione con il carcere è stata avviata da alcuni anni e i detenuti, principalmente impegnati nella coltivazione dell’orto, partecipano anche ad alcune attività parrocchiali nella logica dell’inclusione sociale. In virtù degli ottimi risultati ottenuti la parrocchia ha deciso di ampliare il terreno coltivabile, chiedendo in comodato d’uso gratuito un nuovo spazio.

9° premio – Parrocchia Sacro Cuore di Gesù di Grottaferrata (Rm)

Progetto “Tutti in LabOratorio!” – € 2.000

 

Realizzare un modello innovativo di oratorio, al passo con i tempi e con le nuove tecnologie. Questo l’obiettivo del progetto “Tutti in LabOratorio!”. Dotato di 10 postazioni PC, banchi da lavoro per legno, metallo, misure elettriche e attrezzatura robotica, il laboratorio si rivolge ai giovani, agli anziani e, più in generale, sia a chi ha bisogno di formazione sia a chi può offrirla. L’idea è di formare i ragazzi all’uso creativo delle tecnologie robotiche favorendo lo scambio conoscitivo tra nuove e vecchie generazioni. La robotica, infatti, richiede notevoli competenze manuali, che le attuali generazioni hanno perso, mentre gli anziani possono trasferirle ai giovani instaurando un rapporto produttivo per entrambe.

10° premio – Parrocchia San Nicola di Bari di San Pietro a Maida (Cz)

Progetto “Lab-Oratorio Solidale” – € 1.000

Un laboratorio come luogo d’incontro per cucinare insieme e avvicinare alla cucina anche i bambini con disabilità per promuovere una “terapia del benessere”, grazie ad un team di figure professionali presenti nella comunità (dietisti, cuochi, pasticcieri, educatori e terapisti).

Questo il progetto presentato dalla Parrocchia di San Nicola di Bari che, a seguito di un’attenta analisi delle esigenze del territorio, intende offrire risposte concrete ad esigenze specifiche della collettività.

In un secondo momento sarà realizzato un orto comune per avviare una coltura prima ad uso interno e, successivamente, rivolta al mercato nazionale ed estero.

All’edizione 2018 di TuttixTutti hanno partecipato ben 567 parrocchie, un numero in forte crescita rispetto agli anni precedenti; è stata particolarmente impegnativa, dunque, la valutazione e selezione dei progetti da parte della Giuria. Le parrocchie hanno dato ampio spazio alla propria creatività presentando proposte di utilità sociale, valide e molto interessanti, a sostegno delle più diverse situazioni di disagio e fatica emergenti dal territorio in cui si trovano.