“Gran Premio di Matematica Applicata”: medaglia d’argento per uno studente di Roma

loading...

NewTuscia – ROMA – Si chiama Isaia Ferrario ed è del Liceo scientifico “Ignazio Vian” di Roma la medaglia d’argento della XVIII edizione del “Gran Premio di Matematica Applicata”, concorso educativo realizzato da Forum ANIA-Consumatori in collaborazione con la Facoltà di Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e il patrocinio del Consiglio Nazionale degli Attuari.

Il giovane romano si è confrontato con gli oltre 500 finalisti della competizione, finendo alle spalle del vincitore Thomas Passera del Liceo “Paolo Frisi” di Monza e davanti al terzo classificato Antonio Matteri del Liceo Scientifico e Musicale “G. B. Grassi” di Lecco. La provincia di Roma festeggia anche il sesto posto ottenuto da Dario Ferracci dell’IIS “Falcone Borsellino” di Zagarolo.

I vincitori e i migliori classificati sono stati premiati insieme ai loro docenti con tablet e altri dispositivi tecnologici nel corso di una cerimonia di premiazioneche si è tenuta sabato 23 marzo presso l’Aula Pio XI dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, alla presenza di autorevoli rappresentanti del mondo accademico e assicurativo.

Va sottolineato che il “Gran Premio” sta ottenendo un successo sempre maggiore e quest’anno è riuscito a coinvolgere oltre 10.000 studenti (+12% vs 2018) provenienti da 150 istituti superiori, che hanno affrontato quiz e problemi di logica, quesiti a risposta chiusa e aperta, attraverso i quali hanno misurato la loro capacità di applicare modelli matematici astratti alla vita reale.

La crescente partecipazione di scuole e studenti è un riconoscimento alla valenza educativa della gara, che ha l’obiettivo di valorizzare le competenze logico-matematiche dei ragazzi, incentivando l’adozione di un atteggiamento razionale e basato sul problem solving fondamentale per la loro formazione e la loro maturazione verso una vita da adulti consapevoli, in grado di poter affrontare situazioni complesse e prendere decisioni importanti per costruire e proteggere il proprio futuro.

La competizione si è svolta come sempre in due fasi distinte: tutti gli studenti iscritti hanno sostenuto la prima prova nella scuola di appartenenza, mentre solo i migliori hanno partecipato alla finale dell’iniziativa, tenutasi il 22 febbraio scorso in contemporanea presso le sedi di Roma e Milano dell’Università Cattolica, che ha poi determinato la classifica definitiva.

loading...