ComuniCAA con me! La Comunicazione Aumentativa e Alternativa, la più grande forma di dialogo per le persone non verbali

loading...

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.  Nella “Sala Polifunzionale” della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Largo Chigi 19 –ingresso via Santa Maria in Via) si è svolto il Convegno “ComuniCAA con me! La Comunicazione Aumentativa e Alternativa, la più grande forma di dialogo per le persone non verbali”, organizzato da Uniphelan Onlus.

Il convegno ha rappresentare un’opportunità per sensibilizzare/formare le Istituzioni sul tema della Comunicazione per le persone con disabilità cognitive /non verbali. Tra i temi trattati: Storia della CAA; le difficoltà di accesso alla CAA dal punto di vista del genitore; l’Assistente alla Autonomia ed alla Comunicazione in Italia; il riconoscimento della CAA in Italia; la CAA a scuola; CAA e riabilitazione logopedica; costi di riassorbimento personale ASACOM all’interno degli Enti Locali. “E’ possibile parlare per comunicare; è possibile comunicare senza parlare.

Ciò che è impossibile è non comunicare- ha commentato Stella Di Domenico, Presidente UniPhelan – questo evento è stato voluto fortemente dal Sottosegretario di Stato con delega alla Famiglia e Disabilità Vincenzo Zoccano. Una giornata di grande importanza per chi, come mia figlia Uma, non può utilizzare uno strumento di comunicazione naturale come la parola”. Con questo Convegno sono stati affrontare tutti gli aspetti legati alla Comunicazione non verbale, che hanno evidenziato sia le difficoltà che incontra quotidianamente la famiglia di un bambino con bisogni comunicativi complessi, sia gli strumenti necessari affinché si possa realizzare una vera e piena inclusione di questi ragazzi nella società.

Federica Rinaudo