Nostra intervista a Lorella Maneschi del FAI per le Giornate di Primavera nella Tuscia

loading...

di Stefano Stefanini

NewTuscia – VITERBO – Sarà ospite della trasmissione “Fatti e Commenti”, condotta da chi scrive e dal collega Gaetano Alaimo, di questo fine settimana di Primavera il capo-delegazione FAI Fondo per lAmbiente Italiano di Viterbo la dott.ssa Lorella Maneschi, per illustrare le modalità di svolgimento di queste due giornate di full immersion culturale, che si svolgeranno in contemporanea in mille siti culturali italiani. Nella mattinata di giovedi 21 marzo si è svolta la conferenza stampa di presentazione delle Giornate Fai di Primavera a Viterbo, presso Palazzo dei Priori con la partecipazione del sindaco di Viterbo, Giovanni Arena.

 A Viterbo saranno visitabili i “palazzi del Potere”, il Palazzo dei Priori in Piazza del Plebiscito, il  Palazzo di Vico, in Via SantAntonio sempre a Viterbo e Palazzo Gallo a Bagnaia in Via Malatesta. Le viste si svolgeranno sia sabato che domenica dalle ore 10 alle ore 17, con ultima visita alle ore 16,30.

Uscire di casa per un appuntamento speciale, che coinvolge il cuore e la mente. “Invadere” per una volta le città e sentirsi parte di una collettività che si riconosce nella cultura del nostro Paese. Vivere l’esperienza di tante storie diverse che raccontano un’unica grande storia, la nostra, attraverso capolavori dell’arte, ambienti meravigliosi e luoghi apparentemente familiari eppure sorprendenti. E “riconoscersi tra sconosciuti” grazie a questi sentimenti comuni, stati d’animo che ci fanno sentire più vicini gli uni agli altri. È ciò che succede durante la XXVII Giornata FAI di Primavera, in programma sabato 23 e domenica 24 marzo. Nelle passare edizioni sono stati in media oltre 8 milioni i visitatori dei millecinquecento  siti  culturali aperti alla fruizione dal FAI.

La Giornata FAI di Primavera si avvale dellimpegno sociale e civile di oltre 6000 volontari per tutti i siti darte, natura e paesaggio da tutelare. Rendere consapevoli i cittadini rispetto al patrimonio artistico e naturale dItalia.

Anche questa XXVII edizione della Giornata FAI di Primavera, che si avvale dello straordinario impegno sociale e civile di migliaia di volontari, di oltre 40.000 Apprendisti Ciceroni, studenti delle scuole locali che faranno da guida ai visitatori, illustrando tutti gli aspetti storico-artistici dei monumenti. In alcuni luoghi anche in più lingue come, ad esempio, inglese e spagnolo. L’iniziativa viene supervisionata dalle Delegazioni FAI sparse su tutto il territorio italiano e consolida la sua caratteristica di happening che coinvolge tutta l’Italia, proponendo incontri sorprendenti nelle grandi città e nei centri più piccoli e sperduti del territorio, a dimostrazione di una ricchezza pressoché infinita del nostro patrimonio artistico che comprende parchi, castelli, chiese, aree archeologiche, borghi, giardini, musei da poter visitare grazie ad escursioni e pedalate in bicicletta programmate dal FAI.

Questa la delegazione FAI operante  nella Tuscia: capo-delegazione: Lorella Maneschi, componenti: Marco Marchi, Francesca Patrizi, Pasquale Siciliano, Maria Letizia Sileoni.