“Ermanno Fieno dovrebbe essere curato”: parola di Alessandro Meluzzi

 

NewTuscia – VITERBO – Ermanno Fieno sarebbe affetto da un disturbo della personalità “borderline”. A spiegarlo i due esperti nominati dalla Procura e dalla difesa, il professor Giovanni Battista Traverso, ordinario di psicopatologia forense all’Ateneo di Siena e il professore Alessandro Meluzzi, tra i luminari della psichiatria in Italia. I due super esperti sono stati nominati  per cercare di fare luce su ciò che abbia spinto Fieno ad occultare il cadavere del padre e ad uccidere la madre con un attizzatoio.

Le conclusioni sarebbero ormai chiare: Ermanno Fieno, il 13 dicembre 2017, nell’appartamento di Santa Lucia a Viterbo in cui furono trovati morti i suoi genitori con i quali conviveva,  avrebbe agito dopo anni di condotte familiari e personali deliranti ed un contesto definito dai periti “singolare”, in cui si viveva “senza acqua né luce corrente, con Ermanno che percorreva ogni giorno 4 chilometri per portare l’acqua dentro le taniche”, così il professor Meluzzi.

Ermanno Fieno, secondo gli esperti, a 45 anni era suddito, sia economicamente ma soprattutto psicologicamente, del padre, mentre avrebbe vissuto in un rapporto di stretta osmosi con la madre. Una vita basata sulla “finzione mentale”, portata alle estreme conseguenze quando avrebbe avvolto nel cellophane sia il padre che la madre in una situazione di astrazione, quasi come volere far finta di nulla.

Secondo gli esperti Ermanno Fieno avrebbe agito in attimi di parziale consapevolezza di ciò che stava accadend intorno a sé ma senza la vera consapevolezza delle proprie gravissime azioni delittuose: “Si tratta di un soggetto labile”, -ha spiegato ancora Meluzzi, che avrebbe agito in modo aggressivo e omicida verso la madre “quando la morte improvvisa del padre lo ha assalito sconvolgendolo”.

L’esito delle perizie è chiaro: Ermanno Fieno non sarebbe capace di intendere e volere e dovrebbe essere mandato per le cure in una clinica adeguata: ad aprile dovrebbe arrivare la sentenza.