“Alice e il suo panorama a Rieti, Latina e Civitavecchia”si chiude a Roma

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.

Dopo lo straordinario successo della scorsa edizione con oltre 46.000 presenze, Alice nella città porta in tour i nuovi esordi con la rassegna

“Alice e il suo panorama a Rieti, Latina , Civitavecchia “ – tre dei quali di prossima uscita in sala – e sostiene in particolare il cinema indipendente nella Regione  grazie al supporto della Regione Lazio in collaborazione con  Laziocrea.

Una selezione di 7 film, alcuni inediti per il grande pubblico, presentati durante la scorsa edizione del festival e nella sezione ALICE Panorama Italia, verranno accompagnati nel loro percorso distributivo da Alice nella Città e saranno in sala a Rieti, Latina e Civitavecchia.

Alice nella Città si conferma quindi un trampolino di lancio e di sostegno per il cinema indipendente e per tutti i giovani autori, spesso di opere prime, che dopo il Festival escono per la prima volta nelle sale italiane.

Una linea di programmazione, quella di “ALICE e il suo Panorama Italia a Rieti Latina e Civitavecchia”, che punta in particolare sulla scoperta evalorizzazione di un cinema giovane capace di raccontare storie intense e coraggiose nei modi inventivi del cinema indipendente, ma anche su alcuni titoli pensati per la famiglia.

Nei film della rassegna non c’è solo l’idea di mischiare forme e generi ma la voglia d’intercettare un flusso creativo che crediamo in questo momento in Italia  sia tra i più vivi d’Europa.

I ragazzi delle scuole avranno la possibilità di vedere in anteprima due film di prossima uscita in sala che ci hanno colpito per intensità, qualità e libertà narrativa: FIORE GEMELLO di Laura Luchetti, film sull’amicizia, sull’innocenza perduta e sulla fatica per riconquistarla, e BUTTERFLY diAlessandro Cassigoli e Casey Kauffman che ci propone la storia autentica di una vera famiglia, la cui più giovane figlia Irma Testa a solo 18 è già la prima pugile donna italiana della storia a qualificarsi alle Olimpiadi e appena vincitrice della medaglia d’oro agli europei under 22 in Russia . Lavoreremo poi con i più piccoli tra libri e cinema con la proiezione di REMI di Antonie Blossier

Per le proiezioni serali aperte al pubblico presenteremo quattro film di generi molto diversi tra loro: il film TUTTE LE MIE NOTTI dell’esordienteManfredi Lucibello, in una storia che ruota intorno a segreti bugie e paure, offrendo un’interpretazione corale (Barbora Bobulova, Benedetta Porcaroli, Alessio Boni) di grande effetto e tensione; TI PRESENTO SOFIAcommedia intelligente di Guido Chiesa che apre nuove finestre di confronto partendo dal nostro rapporto di adulti con l’infanzia e i giovani, nel modo di pensare l’educazione, nell’importanza di saperli guardare; il documentario BACKLINER di Fabio Lovino  che ci regala un viaggio vero e proprio nella musica e nella poesia di Riccardo Sinigallia, lette attraverso la memoria di un piccolo esercito di inconsapevoli pionieri della scena musicale romana degli ultimi anni.

Dal tema dell’integrazione alla ricerca della propria identità in fase di crescita, i 7  i titoli saranno programmati tra il 28 marzo ed il 15  aprile in 3 comuni del Lazio: RietiLatina e Civitavecchia e si concluderà a Roma con la proiezione del film Go Home di Luna Gualano vincitore del premio Alice Panorama Italia 2018 in collaborazione con la Roma Lazio Film Commission.

Un film totalmente autoprodotto tramite piccole donazioni e raccolte di fondi via crowdfunding  girato a Roma nei centri sociali “Strike” e “Intifada” che vede la collaborazione di vari artisti tra i quali Zerocalcare (autore della locandina), Piotta e Il Muro del Canto (entrambi presenti nella colonna sonora).

Tutti i film della rassegna saranno accompagnati ed introdotti da Fabia Bettini e Gianluca Giannelli, direttori artistici di Alice nella Città, assieme ai registi Guido  ChiesaManfredi LucibelloLuna GualanoAlessandro Cassigoli e parte del  cast e prevedono durante i mattinée riservati ai più piccoli dei laboratori realizzati insieme all’associazione culturale Zalib – la libreria dei ragazzi. Gli incontri “Remì – Dal libro al film”esploreranno il rapporto tra le emozioni e la visione del film ed inviteranno i bambini all’identificazione di sensazioni e stati d’animo attraverso estratti del libro di Hector Malot, poi rielaborati attraverso disegni ed attività creative.

Commenta così la regista Luna Gualano il suo percorso con Alice nella Città: “Un’esperienza meravigliosa che avvicina i giovani al cinema in tutte le sue declinazioni, dando spazio e respiro anche a realtà alternative ed indipendenti come il mio film, che altrimenti rischierebbero di rimanere schiacciate dalle logiche di mercato. Devo tantissimo ad Alice nella città, e come me moltissimi altri autori e registi”

E anche il regista Alessandro Cassigoli: Vedere il nostro film proiettato davanti a centinaia di ragazzi e conversare con loro è stata un’esperienza unica ed emozionante che ci ha restituito il senso profondo del nostro lavoro. Confrontarsi poi con altri registi e con le loro opere è stato interessante e stimolante. Alice nella città è tutto questo e molto di più, un festival perfetto per accompagnare i primi passi nel mondo del nostro film e di tanti altri…” 

La regista Laura Luchetti aggiunge: Avere gli occhi di più di mille ragazzi curiosi, eccitati, critici che guardavano il mio film è stata una delle emozioni più grandi che questo lavoro mi abbia mai regalato. Alice nella Città ogni anno rinnova l’entusiasmo dei ragazzi  per il cinema, accompagnandoli in un percorso innovativo e pieno di emozioni. A noi regala l’esperienza senza prezzo di poter guardare i film attraverso il loro sguardo e ritrovare quella magia spesso dimenticata che solo il cinema può creare”