Italia Nostra Lazio aderisce al Global Strike for Future e alla Marcia per il Clima

NewTuscia – ROMA – “Non si può aspettare oltre. Le emergenze ambientali sono sotto gli occhi di tutti: carenza idrica, innalzamento delle temperature, inquinamento atmosferico. Si tratta di una problematica della quale si devono tutti rendere consapevoli. La spinta che arriva dagli studenti va senz’altro sostenuta e rilanciata perché c’è necessità di mettere in atto nuove pratiche che prevedano la riduzione dei consumi e stili di vita improntati all’economia circolare”.

Così Franco Medici, presidente di Italia Nostra Lazio motiva l’adesione all’evento odierno che sta coinvolgendo centinaia di migliaia di studenti in tutto il mondo e alla Marcia per il Clima in programma a Roma il prossimo 23 marzo.
“Italia Nostra – prosegue il presidente di Italia Nostra Lazio – da sessanta anni è impegnata nella tutela del patrimonio storico, artistico e naturale, una attività di salvaguardia delle risorse ambientali e di sensibilizzazione verso pratiche quotidiane più rispettose del clima e dei cambiamenti climatici in atto. Ribadiamo inoltre – conclude Medici –  che prima dell’approvazione di cosiddette grandi opere si facciano delle attente valutazione sui costi e benefici ambientali, non solo economici.  Una delle nostre forti preoccupazioni riguarda inoltre la risorsa idrica sempre più carente nel mondo intero”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *