Gli alunni di Montefalco e Castel Ritaldi in piazza per il primo sciopero globale per il Clima

NewTuscia – MONTEFALCO – Gli alunni di Montefalco e Castel Ritaldi sono scesi in piazza questa mattina 15 marzo per il primo sciopero globale per il Clima su ispirazione del messaggio lanciato dalla ragazzina svedese Greta Thunberg che sta sensibilizzando il mondo.

Allo sciopero hanno aderito tutti gli alunni dell’Istituto comprensivo Melanzio Parini di Montefalco e Castel Ritaldi che hanno invaso le due città con una marcia pacifica ed esponendo cartelloni con slogan dedicati alla salvaguardia del clima come “Salva il clima”, “#iocisono”, “Noi diciamo no all’inquinamento”, “Siamo piccoli ma faremo grandi cose. Cominciamo da qui”, “Salviamo il nostro pianeta”, “Riflettiamo sul clima”, “Cambiamo ora, stop al petrolio”.

La giornata di sciopero globale è stata accolta con grande entusiasmo dalla dirigente scolastica Cristina Rosi: “Sono queste le iniziative di cui abbiamo bisogno – ha affermato – a noi adulti occorre il vostro entusiasmo, il vostro impegno. Il mondo ha bisogno di voi. Greta sia il vostro esempio: una ragazzina della vostra età che ad oggi è diventata un simbolo per le giovani generazioni. Protestate affinché si capisca la gravità dell’attuale situazione e qualcuno ascolti le vostre richieste per risolvere il problema dei cambiamenti climatici, senza esitazioni, per il bene della nuove generazioni e di tutto il pianeta”.

Comune di Montefalco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *