Rider, Giannini (Lega): Zingaretti maestro di propaganda e lontano dagli interessi dei lavoratori

NewTuscia – ROMA – “Annunciata in pompa magna come una legge in difesa dei lavoratori precari – peraltro del tutto incostituzionale considerata la prossima riforma nazionale sul tema – la maggioranza a guida Zingaretti si perde ancora una volta sul numero legale in Aula e rinvia di una settimana l’approvazione della stessa”. E’ quanto dichiara, in una nota, il consigliere regionale della Lega, Daniele Giannini, vice presidente della commissione Lavoro.

“Nonostante i due ‘acquisti’ dal centrodestra per tenere in vita questa legislatura, insomma – prosegue Giannini – il governatore-presidente del Pd, nonché ‘maestro’ della propaganda, non ha avuto nemmeno i numeri per l’ennesimo spot che non avrebbe mutato di una virgola il futuro dei lavoratori e dei cosiddetti ‘Rider’ in particolare. E’ forse questa l’attenzione che la sinistra dedica a chi è sottopagato e spesso umiliato? A quando lo sciogliete le righe e il ritorno al voto?”.

3 pensieri riguardo “Rider, Giannini (Lega): Zingaretti maestro di propaganda e lontano dagli interessi dei lavoratori

  • 12 Giugno 2019 in 20:39
    Permalink

    I simply want to say I am just beginner to blogging and honestly enjoyed your blog site. Almost certainly I’m going to bookmark your website . You definitely come with perfect article content. Thank you for revealing your web page.

    Risposta
  • 13 Luglio 2019 in 18:52
    Permalink

    Superb blog! I actually adore how it will be quick on my eyes as well as the information can be well written. We’re thinking generate income may be notified whenever a completely new post has been produced. We have bought on your rss feed which really should have the desired effect! Have a pleasant day!

    Risposta
  • 16 Luglio 2019 in 12:23
    Permalink

    It truly is nearly close to impossible to come across well-informed people on this niche, but you look like you be aware of whatever you’re raving about! Appreciate It

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *