“NarrAzioni”, quarta edizione della rassegna di teatro, musica e danza

NewTuscia – VITERBO – Fino al 31 marzo 2019 a Viterbo, presso la Sala Tetraedro in Via Zazzera 23/25, è in svolgimento la quarta edizione di “NarrAzioni”, rassegna di spettacoli, seminari, performance e musica nata nel 2016 dalla collaborazione tra la compagnia Tetraedro di Viterbo, l’associazione HùRum Teatro di Roma e l’ associazione di promozione sociale A.R.P.A. (Artisti riuniti della Parola).

NarrAzioni” propone eventi formativi, seminari tematici, spettacoli e serate musicali: un terreno fertile dove compagnie, gruppi e realtà culturali locali sono in dialogo con professionisti nazionali ed internazionali in una ricerca comune, nella promozione e diffusione della tradizione narrativa, dallo storytelling al racconto biografico.

Dopo l’apertura del 9 marzo con il concerto “Panahjou” del duo Niglos, giovedì 14 e venerdì 15 marzo alle 21.30 in scena lo spettacolo “Assenza” del regista Francesco Cerra, un lavoro di ricerca, messo in scena con la compagnia Tetraedro, sul fenomeno dell’emigrazione dei lavoratori del sud Italia e sulle sue conseguenze sulla popolazione femminile.

Sabato 16 e domenica 17 marzo dalle ore 10 alle ore 17 si terrà il laboratorio di autobiografia corporea “Sulle tracce del corpo”, a cura di Enrica Spada, danzatrice e coreografa, laureata presso l’Università Folkwang di Essen, in Germania, sotto la direzione di Pina Bausch. La danza come linguaggio di creazione, ascolto e scoperta, diviene la chiave per interpretare noi stessi e ridare senso al nostro divenire, rinascendo continuamente in nuova forma.

Sabato 16 marzo alle ore 18.30 in scena “Pagelline”. Voci che si affollano dentro un’unica gola nell’urgenza di essere ascoltate. Pregano – senza sapere che la loro è una preghiera. Con Giovanni Magnarelli e testi di Carlo La Chimia, per la regia Silvia Giorgi. Sempre il 16 marzo alle 21:30 “Canti del Vivo”, serenate, lamenti e altri canti dell’anima con Camilla Dell’Agnola e Valentina Turrini. Saranno le due attrici-cantanti con il suono della viola, della dulsetta e del tamburo, a farsi veicolo, in una dimensione lirica-teatrale, per esprimere e condividere il cantare in un luogo, indagandone le caratteristiche acustiche, spaziali e poetiche, come esperienza intima e universale. A cura di Thiasos TeatroNatura.

Il festival proseguirà il fine settimana del 30 e 31 marzo con uno spettacolo teatrale: “Bartali, prima tappa” e con due workshop, uno di “Arte della Parola” a cura di Silvia Giorgi ed il secondo di “Ombre” a cura di Carla Taglietti.

Gli spettacoli sono su prenotazione, l’ingresso è riservato ai soli soci. Per maggiori informazioni: pagina Facebook “Tetraedro Compagnia Teatrale” – compagniatetraedro@gmail.com – 368.3750512 – 349.1591280.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *