“Commissario vada avanti, quella denuncia non è una cosa seria!”

loading...

NewTuscia – TARQUINIA – Eravamo stati allertati da tempo, da quelle sentinelle che a San Giorgio sanno sempre cosa succede e quello che succederà. Ci avevano detto “Arriverà una lettera di denuncia al Commissario – dicevano – stavolta lo faremo fuori… come si permette di fare le fogne, lui che sta così poco… non può”.

Sconcertati, per la verità un pò scandalizzati, fondamentalmente incuriositi da tanta irragionevole manovra,  abbiamo fatto una richiesta di accesso agli atti e preso visione della denuncia inoltrata contro il Dott. Giuseppe Ranieri; quella grandiosa operazione di verità che avrebbe scosso il territorio tanto da far cadere il Palazzo Comunale di Tarquinia.

Con sorpresa scopriamo che si sono prodigati nell’indirizzare all’ANAC, alla Procura di Civitavecchia, al Prefetto di Viterbo, alla Corte dei Conti e alla Vigilanza Regionale, una litania piena di imprecisioni e faziosità,  ma soprattutto  che a firmare sono stati solo in 28.

E che 28!

28 persone che si sono autoproclamate rappresentanti di un comprensorio, come quello di San Giorgio, che conta più di 1500 proprietari.

La sorpresa ulteriore però è che, a conti fatti in quelle 28 firme troviamo: moglie e marito che posseggono lo stesso lotto,  figli che forse coabitano o forse no ma non hanno proprietà, altri che non sono affatto proprietari di un lotto ma occupanti con chissà quale titolo e chi, infine ha controdenunciato  perché la firma l’ha messa  per un altro motivo e non certo per denunciare il Commissario Straordinario, un altro perché  non ha ben capito per cosa stesse firmando.

In totale la rappresentanza di non più di 10 lotti… tutti con abusi edilizi.

Forse alcuni sono stati avventati ma chi ha promosso la raccolta siamo certi fosse in buona fede?

È incredibile come si abusi anche di uno strumento come la denuncia alle Autorità Competenti, di per se del tutto legale, per continuare ad alimentare speranze e confusione ai limiti dell’illegalità, tanto che ci poniamo l’interrogativo: non succederà che alla fine ANAC, Procura, Prefettura, etc etc mettano sotto accusa i firmatari della stessa denuncia?

Noi, di certo, valuteremo le  azioni a tutela dei nostri interessi.

Consorzio Lottisti Villaggio San Giorgio
Società Agricola San Giorgio
Consorzio Villaggio dei Pini