Claudia Nunzi fuori dalla giunta. Oggi la risposta di FdI. Rischio del tutti a casa

Per Giovanni Arena è giunto il momento di finire la sua esperienza di Sindaco anzitempo?
Per Giovanni Arena è giunto il momento di finire la sua esperienza di Sindaco anzitempo?

NewTuscia – VITERBO – Il sindaco di Viterbo Giovanni Arena ha tolto le deleghe all’assessore comunale Claudia Nunzi e le avoca a sé. Pochi minuti prima delle 12 di oggi, quando era stato posto il secondo ultimatum della Lega per evitare di togliere la fiducia al sindaco ed alla maggioranza. Ergo: “Ritornare alle urne a maggio”, come aveva detto poche ore fa il senatore della Lega, Umberto Fusco, stamattina impegnato nella cerimonia a Bassano in Teverina per una targa commemorativa in onore di Giovanni Ricci, finanziere bassanese martire delle foibe ucciso nel 1946.

La notizia che, almeno per ora, mette fine al rischio di crisi generale per la maggioranza di centrodestra (con il sindaco al centro della disputa tra Lega e Fratelli d’Italia per il passaggio dell’ormai ex assessore Claudia Nunzi alla corte di Mauro Rotelli e la conseguente richiesta di dimissionamento ad Arena della Nunzi). Arena ha intenzione di tenere per sé le deleghe e “tornare subito al lavoro per la città, a cominciare dall’approvazione del bilancio”.

Se Fratelli d’Italia tace (in questo caso manterrebbe i due assessori e non più tre come da sempre richisto), per ora la vince di gran lunga la Lega, che con Fusco ha prima mandato il suo ultimatum ad Arena, quindi ottenuto in poche ore che la Nunzi uscisse dalla giunta.

Fondazione parla del bene della città e del rischio di rendere vano il lavoro fin qui svolto. “Se dopo molti anni la città ha un nuovo piano del commercio, molte strade asfaltate, la lotta ai furbetti della morosità, un’attività nel mondo del volontariato che finalmente funziona, il ritorno dei grandi eventi culturali e turistici in città e una prima riorganizzazione nella macchina amministrativa, è stato tutto reso possibile, perché, nonostante differenze di vedute all’interno della maggioranza, il buon senso e la volontà di migliorare Viterbo sono stati per noi un collante fortissimo”.

Ora. Delle due, l’una. Si attende la risposta di Fratelli d’Italia (che si riuniscono oggi pomeriggio) sul momentaneo rifiuto al mantenimento delle deleghe a Claudia Nunzi. Arrivasse una risposta negativa, forse, Arena non potrebbe che iniziare a valutare l’impossibilità di continuare una consiliatura in cui è sempre più al centro della diatriba tra Lega e FdI.