Pneumologia ad Acquapendente, dal mese di marzo raddoppiano le sedute dell’ambulatorio

Il servizio sarà aperto agli utenti tutti i lunedì e i giovedì, dalle 9 alle 13

NewTuscia – ACQUAPENDENTE – A partire dal mese di marzo l’ambulatorio di Pneumologia dell’ospedale di Acquapendente raddoppia il numero delle sedute settimanali. Il servizio sarà, infatti, aperto ai cittadini assistiti tutti i lunedì e tutti i giovedì, dalle ore 9 alle 13.

Il potenziamento dell’attività ambulatoriale è stato determinato dalla direzione strategica della Asl di Viterbo, in accordo con il direttore dell’unità operativa di Medicina e coordinamento clinico, Remo Brenci, il direttore della unità operativa Bpco e malattie respiratorie, Patrizia Scavalli, e con Patrizia Paoletti, che gestisce il servizio, per rispondere al crescente bisogno di assistenza in campo respiratorio, rilevato nel comprensorio aquesiano.

Presso l’ambulatorio, al quale si accede tramite prescrizione del medico di medicina generale o della specialista con prenotazione al Cup, si effettuano visite specialistiche pneumologiche, prove di funzionalità respiratoria, emogasanalisi, test del cammino e monitoraggio delle patologie del sonno.

Le malattie respiratorie – spiega Patrizia Scavalli – sono in continuo aumento ovunque. Analizzando i bisogni di salute del territorio e le richieste per queste specifiche patologie, abbiamo ritenuto opportuno, come azienda, potenziare l’attività ambulatoriale ad Acquapendente, anche in considerazione del fatto che, dall’apertura del servizio, avvenuta tre anni fa, gli utenti che si sono rivolti ai nostri professionisti sono aumentati numericamente, in maniera costante. Un riscontro significativo che premia l’impegno messo in campo dai nostri operatori, ma anche dal personale degli altri reparti dell’ospedale, nonché gli sforzi compiuti per dotare la struttura di strumentazioni di alto contenuto tecnologico, grazie anche alla generosità di cittadini privati che hanno donato un dispositivo medico di ultima generazione per la valutazione della funzionalità respiratoria”.

La presenza di un ambulatorio di riferimento in grado di erogare prestazioni cliniche e strumentali di elevata qualità inerenti l’apparato respiratorio – aggiunge Remo Brenci – viene incontro alle esigenze dei cittadini di Acquapendente, ma anche dei numerosi utenti che provengono dai comuni del comprensorio. Questo ci consente di facilitare l’accesso ai servizi per i pazienti e per i loro familiari, i quali trovano una risposta di salute ai loro bisogni vicino al luogo di residenza. Con il potenziamento dell’attività, inoltre, prevediamo una riduzione sensibile dei tempi di attesa: un obiettivo, questo, chiaramente importante in termini di capacità di presa in carico, anche da un punto di vista quantitativo”.