Lingua madre e identità: iniziativa a Viterbo con la Casa dei Diritti Sociali della Tuscia

NewTuscia – VITERBO – La Casa dei Diritti Sociali della Tuscia, per celebrare la quinta edizione della Giornata Internazionale della Lingua Madre, organizza l’iniziativa “Lingua madre: la voce dell’identità“, in programma a Viterbo sabato 23 febbraio 2019, in collaborazione con CSV Lazio. Appuntamento alle ore 16.30 presso lo Spazio Pensilina in Piazza Martiri d’Ungheria (Sacrario).

La Giornata Internazionale della Lingua Madre fu istituita nel 1999 dall’UNESCO e vuole ricordare l’avvenimento del 21 febbraio 1952, quando alcuni studenti furono uccisi dalla polizia a Dacca, la capitale dell’attuale Bangladesh, mentre manifestavano per il riconoscimento della loro lingua, il bengalese, come una delle due lingue nazionali dell’allora Pakistan.

Sarà un’importante occasione – spiegano i promotori – per valorizzare la diversità linguistica e culturale, attraverso racconti, poesie, musiche e canzoni che ci porteranno alla scoperta delle tradizioni di paesi lontani. Da anni ci impegniamo attraverso le nostre attività ad accogliere nella nostra ‘Casa’ le persone più vulnerabili, come ad esempio gli immigrati, affinché venga garantito loro l’accesso a tutti i diritti e il riconoscimento di pari dignità sociale e culturale, elemento indispensabile per una corretta inclusione”.

Le lingue – concludono – vanno valorizzate perché di importanza strategica per l’identità, la comunicazione, l’integrazione sociale, l’istruzione e lo sviluppo”.

CASA DEI DIRITTI SOCIALI DELLA TUSCIA