Andrea Lanfri entra in SuperAbile

loading...

NewTuscia – BASSANO ROMANO – Andrea Lanfri entra in SuperAbile. Il campione della Nazionale paralimpica di Atletica Leggera sarà il 13esimo testimonial ad essere toccato dal progetto fondato dal consigliere comunale Alfredo Boldorini con il supporto di Alessandra Mosci, presidente degli Etruschi di tiro con l’arco e Fortunata Scarponi.

Il 33enne di Lucca, rimasto senza gambe e dita delle mani per una meningite con sepsi meningococcica, ha accettato l’invito di portare la sua testimonianza, il suo modello di vita nelle scuole italiane.

“Quando ho iniziato a correre – tiene a ricordare Andrea Lanfri – molti mi dicevano che ormai ero troppo vecchio. Non solo non gli ho badato ma gli ho detto che sono io che decido quando smettere. E quando lascerò la parte agonistica, continuerò sempre ad allenarmi per passione, perché e proprio questa che alimenta i nostri sogni. Il trauma? Appena mi sono svegliato – rammenta il 33enne campione di Lucca – ho pensato subito a come rialzarmi.

Ho preso la convalescenza non come un periodo “perso” bensì come un momento di stacco, di riposo, di preparazione per il dopo. Da qui sono ripartito più forte di prima. Ed è proprio questo che a mio giudizio bisogna puntare: diffondere questi messaggi tra i giovani e soprattutto nelle scuole. Ed anzi ringrazio Alfredo Boldorini per il gradito invito in SuperAbile perché molte soddisfazioni non derivano dalla conquista di medaglie o dalle conquista delle vette alpine (Andrea, appassionato di alpinismo ha già scalato il Monte Rosa ed ha già lanciato la sfida all’Everest), ma sapere che qualcuno come me ha dovuto farei conti nella sua vita con qualche intoppo. E conoscendo la mia storia, è riuscito a trovare, in qualche modo, un sollievo o un modo per rilanciarsi facendo leva, nel mio caso, sullo sport. Che, non solo mi ha salvato la vita quando sono entrato in ospedale in condizioni critiche – il mio corpo era forte e ben allenato – ma anche dopo ho avuto un decorso ed un rientro fluido, accelerando così il processo generale di guarigione proprio grazie alla pratica sportiva ed a una innata caparbietà personale. Perché arrivare a metà non solo sulle piste ma anche nella quotidianità, è una sfida.

Le cadute insegnano sempre a rialzarsi. Sapersi rialzare quando nessuno lo credeva possibile, rivela chi sa sognare e chi combatte per i propri sogni e obiettivi guardando sempre avanti e mani indietro. E proprio questo che dobbiamo insegnare ai nostri ragazzi”.

Andrea Lanfri, insieme al 27enne e primo testimonial di SuperAbile, Lorenzo Costantini, alla modella pisana e atleta surfista Chantal Pistelli McClelland e Daniela Pierri, atleta paralimpica (residente a Pontedera) in corsa per le qualificazioni di Tokio 2020, incontrerà gli studenti martedì 19 febbraio al Liceo Artistico “Franco Russoli” di Pisa e Cascina per la 38esima e 39esima uscita di SuperAbile.