Nuovo appalto dei rifiuti a Viterbo, il sindaco Arena: “Prima appalto transitorio: subito pulizie caditoie e raccolta differenziata al 65%”

loading...

NewTuscia – VITERBO – Nuovo appalto dei rifiuti a Viterbo, la maggioranza Arena per una soluzione transitoria in attesa dell’aggiudicazione definitiva.

Nel corso del consiglio comunale straordinario il sindaco ha parlato della sua proposta, che ha un costo di 8 milioni e 800 mila euro e riuscirebbe a sanare in modo provvisorio la situazione della pulizia pubblica a Viterbo in attesa dell’appalto definitivo quadriennale e prorogabile per altri due anni.

Obiettivi del sindaco Giovanni Arena, mediante questo appalto transitorio, sono la ripulitura generale di tutte le caditoie sul territorio comunale e lo sfalcio dell’erba. La raccolta differenziata dovrà arrivare almeno al 65% anche nelle aree più periferiche di Viterbo.

E’ stata confermata la chiusura del centro di raccolta dei rifiuti del Riello, mentre nei prossimi giorni aprirà Grotte Santo Stefano e, nei prossimi tempi, ne nascerà uno nuovo, quello del Poggino.

Intenzioni chiare quelle del primo cittadino e della sua maggioranza che, però, dovranno essere armonizzate con i veri problemi sul campo che sono i costi e, soprattutto, la valutazione in itinere del rispetto del contratto da parte dell’aggiudicatario dell’appalto rifiuti: è questo che, in questi anni. è stato il vero motivo del contendere tra Viterbo Ambiente ed alcuni consiglieri comunali e cittadini. In particolare sulle modalità ed i tempi di attuazione della raccolta differenziata.