Tarquinia nel cuore. Lunedì scorso l’incontro pubblico su ambiente e salute

NewTuscia – TARQUINIA – La correlazione tra ambiente e salute è tornata a far parlar di sè lunedì scorso, in un incontro pubblico dal titolo “Ambiente e Salute: lo stato delle cose”. Tre ore all’insegna di biomonitoraggio ambientale, di disturbi e patologie infantili correlate all’inquinamento, delle lotte delle associazioni e dei comitati in favore di strumenti di controllo e riduzione degli inquinanti, di carbone, di inquinamento dell’acqua e di energie rinnovabili. Un ecxursus a tutto tondo, dunque, portato avanti da relatori selezionati ad hoc per ogni tema: i professori Giuseppe Nascetti e Dario Angeletti del dipartimento di ecologia e biologia dell’UNITUS, i medici ISDE Giovanni Ghirga e Gian Piero Baldi, il prof. Ernesto Cesarini, l’associazione Piazza 048 con Luciano Damiani, Italia Nostra Sezione Etruria con Marzia Marzoli ed il Forum Ambientalista con Simona Ricotti.

Parole di soddisfazione dall’associazione Tarquinia Nel Cuore, promotrice dell’evento: “Ringraziamo i relatori, tutte le persone intervenute e la Capitaneria di Porto. L’evento è stato patrocinato dall’Università Agraria, dalla Provincia di Viterbo, dalla Regione Lazio e dal Comune di Tarquinia, ed auspichiamo che le istituzioni adottino forti misure per aiutare il nostro territorio a ridurre l’inquinamento. Teniamo inoltre a ringraziare la Questura di Viterbo, il Commissariato di Polizia ed il Comando dei Carabinieri di Tarquinia per la presenza e l’opera di vigilanza svolta”.

Un pensiero riguardo “Tarquinia nel cuore. Lunedì scorso l’incontro pubblico su ambiente e salute

  • 3 Marzo 2019 in 14:16
    Permalink

    E’ ora che la pubblica amministrazione faccia qualcosa, per tutti i cittadini, e non ci devono essere cittadini di serie A e di serie B come il Lido. Sarebbe ora che l’amministrazione comunale (inesistente) sia di sinistra che di destra, non abbia saputo far crescere il Lido, che sarebbe stato un vero bene comune, se avesse avuto un maggiore sviluppo,( sia per Tarquinia con la sua storia e la sua bellezza).
    Quante città avrebbero voluto l’immenso patrimonio culturale di Tarquinia) scusate se mi sono dilungato oltre il lecito. Grazie

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *